Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Il Gran Torneo è la tradizione più antica dei Liberi Confini, e forse anche l'unica. Nelle rarissime occasioni in cui viene indetta una Competizione Armata, tutti gli abitanti dei Liberi Confini si riuniscono per assistere alla nascita di un nuovo campione.

I partecipanti giungono da ogni angolo del Thedas. La sola Minrathous invia ogni volta non meno di venti concorrenti, sperando di portare gloria all'Impero. In passato il titolo è stato vinto da un Avvar delle montagne, e due volte di fila da Talisa di Sunderin, una guerriera degli Anderfel. Questo trionfo senza precedenti destò grande scalpore e suscitò lunghe discussioni tra i partecipanti, tanto che alla fine Talisa venne nominata "Campione più amato nella storia del torneo".

Ogni campione viene premiato con una corona di foglie di salvia e una spada. L'inevitabile appassimento delle foglie ricorda quanto tutte le vittorie siano fugaci, mentre la spada, Vittoriosa, resiste al passare del tempo. Sulla sua lama sono incisi i nomi di tutti i campioni che se la sono tramandanta, per ricordare che le leggende sono eterne.

—Da "Alla ricerca del sapere: i viaggi di uno studioso della Chiesa", di Fratello Genitivi

Advertisement