Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Amrita era una maga solitaria, famosa per le sue doti di erborista. Creava filtri in grado di curare qualsiasi genere di dolore o disturbo, perfino far recedere la malattia di coloro in punto di morte. Diffusasi la voce del suo talento, divenne un bersaglio. Amrita fuggì, rifiutandosi di finire in un Circolo. I templari si misero sulle sue tracce, finché non giunsero ai margini dell'Accesso Occidentale. Sapendo che i templari erano a meno di mezza giornata da lei, Amrita proseguì. Quando i templari raggiunsero il deserto, tornarono indietro, pensando che Amrita sarebbe morta nell'inferno sabbioso delle lande.

Ma Amrita non morì. Attraversò la zona desolata a piedi, nutrendosi delle strane piante che crescevano in quei luoghi e procurandosi acqua dalle radici nascoste sotto la sabbia. Durante quel peculiare viaggio, Amrita scoprì l'erba che oggi conosciamo come "vena amrita". Dal deserto, la portò con sé e continuò a studiarla e coltivarla. Gli interessanti scritti di Amrita sulle piante del deserto, tra cui la vena amrita, arrivarono alla Cuspide bianca, dove fu deciso che i suoi studi le avrebbero concesso un certo margine di libertà. Le fu permesso di vivere dove desiderasse, a patto di sottoporsi al Tormento.

—Da Compendio botanico di Ines Arancia, botanica

Advertisement