Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Gli elfi hanno i loro eroi, esattamente come noi e onorano i Vallasdahlen (gli "alberi della vita") di queste figure leggendarie. Piantati per commemorare i martiri del regno dalish, questi alberi crebbero fino a formare una sterminata foresta che rispecchiava la potenza degli elfi all'epoca del loro massimo splendore.

Camminate con riverenza sotto i Vallasdahlen e ricordate che un tempo ognuno di essi aveva un nome.

—Da Alla ricerca del sapere: i viaggi di uno studioso della Chiesa, di Fratello Genitivi

I dalish credono che Mathalin fosse il primo dei Cavalieri di Smeraldo, nonché il primo a brandire Evanura, la lama d'onore forgiata ad Halamshiral appositamente per lui.

Tanaleth, fabbro e alto guardiano di June, dedicò gran parte della propria vita alla riscoperta delle arti di Arlathan.

Briathos protesse le Valli dalle incursioni umane, cacciando missionari e templari giunti nelle terre degli elfi.

Vaharel conquistò la città umana di Montsimmard.

I dalish venerano Elnora per l'impegno con cui riportò in auge le arti magiche della città perduta di Arlathan.

Ralaferin era un grande signore degli elfi di Halamshiral. L'odierno clan Ralaferin è convinto di discendere direttamente da lui.

Calmar era apprendista e iniziato di Elnora, oltre che grande amico degli halla.

Sulan, lo scudiero di Mathalin, era sempre accompagnato da un lupo.

Advertisement