Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Sebbene questa ampolla, sigillata con la cera, riporti la dicitura "lacrime versate durante il rogo di Treviso", sono molti i dubbi rimasti. Innanzitutto, a quale rogo si fa riferimento? Forse a quello del 6:35 Era dell'Acciaio, quando i qunari conquistarono Treviso? O all'incendio appiccato dagli eserciti di liberazione del Nero Divino e della Bianca Divina durante la seconda Sacra Marcia nel 7:52, Era della Tempesta? O forse all'incendio che distrusse completamente la città nell'8:62 Era Benedetta, scoppiato accidentalmente dopo che un portuale ebbe rovesciato una lanterna in un magazzino di olio per lampade?

Se anche si riuscisse a risalire al rogo in questione, resta da chiarire di chi siano le lacrime nell'ampolla. Si presume che non appartengano a una vittima. Che siano di un parente scampato al rogo? Di qualche nobile che avesse una dimora estiva sulla costa di Antiva? Bisogna notare che sull'etichetta non è specificato se le lacrime siano state versate in seguito all'evento citato, dunque potrebbe trattarsi delle lacrime di una donna di Montsimmard, disperata per non essere stata invitata all'ultimo ballo in costume e ignara del fatto che, nello stesso momento, una delle più grandi città portuali del Thedas stava bruciando.

—Dalle lettere di Fratello Ferdinand Genitivi a Sorella Petrine, studiosa della Chiesa

Advertisement