Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Da quanto capisco, si chiama "Sacrificio". Ci tornerò sopra più tardi. È un'opera di due scultori.

Credo che la scultrice abbia lavorato con dei ritratti come punto di partenza, il che significa che c'erano persone che si consideravano sufficientemente importanti da necessitarne uno. La scena è un classico esempio del "non farlo", perché la scultrice li odia. Si capisce dall'incisione: rapida, con i contorni molto accentuati. Più brutti di quanto debbano essere, perfino per un individuo medio del Tevinter che (e non lo penso solo io) se ne sta lì come una vena di lyrium. Ma non va scambiato per un lavoro fatto male. È naturale, figlio della manualità. L'incisore conosce il Tevinter. Scommetto che anche lei è un'abitante del Tevinter, e forse si odia.

Come prevedibile, ci sono teschi ovunque e due grossi esseri cornuti. Il che riporta alla mente i qunari. Gli abitanti del Tevinter odiano i qunari da sempre. Nessun magister vuole essere contraddetto, figurarsi corretto. Perciò la loro presenza ha senso.

Poiché probabilmente si tratta di una sorta di preparazione all'invasione dell'Oblio, e i giganti cornuti sono ottimi per scaldare gli animi. Stranamente, però, quei due non sono gli unici qunari nell'incisione. Quello al centro è stato scolpito con delle corna, poi qualcuno è intervenuto in un momento successivo e le ha levate. Lo si capisce dalla superficie. Almeno, io lo capisco.

Lo abbiamo visto capitare più volte. I gusti cambiano e i nudi degli antenati tutto a un tratto diventano imbarazzanti. Perciò, serve una nuova mano per tratteggiare delle vesti. A giudicare dai segni, ha eliminato anche le corna e ha reso la vittima più umana. Il nuovo proprietario orgoglioso non voleva escludere la tradizione, ma nel contempo non voleva che la gente pensasse che la nonna facesse a pezzi i qunari. Anche se a quanto pare non gli importava che si circondasse delle loro teste.

In conclusione, entrambi gli incisori volevano dimostrare che il Tevinter fa ribrezzo, ma l'ultimo non voleva mostrare in cosa. E questo, solitamente, si fa per evitare il rimprovero o negare il credito dell'opera. Oppure, semplicemente, perché si è stolti.

Advertisement