Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Desumo che sia "L'Arcidemone" e non "I tre arcidemoni". Poi spiegherò il perché. Una buona fattura e un'incisione bilanciata, se consideriamo che gli abitanti del Tevinter hanno un peso uguale a quello del deretano del drago. Un paragone non così negativo, a mio avviso.

Sette magister e una simmetria facile per permettere a un ospite di dire la sua dopo cena. Se dovessi tirare a indovinare, tale ospite incentrerebbe la propria disquisizione sul rapporto tra le quattro linee (e i quattro magister) e il drago. Due linee lo attraversano, perciò causano danni. Mentre una, la più grande e la più lontana, manca completamente il bersaglio. Se fosse stata incisa nel periodo del terzo Flagello, allora avremmo tre teste. Poco importa, sono dettagli trascurabili, probabilmente seguiti da una frase come "e mi comunica qualcosa perché probabilmente la mia anima cova dei rimpianti."

Ora, c'è da dire che l'arte dell'incisione non significa che la rappresentazione sia ciò che uno vede. I critici improvvisati non hanno mai prodotto niente con le loro mani, quindi non conoscono ciò che ha spinto la nascita dell'opera. La profondità dell'arte è a tratti insondabile. A tal proposito, i tagli attuali hanno la profondità desiderata dallo scultore. E se dovessimo usare una livella per analizzare oggettivamente la cosa, ecco il risultato: l'Arcidemone e le tre teste sono una reazione alle tre linee. Poiché la prima linea trapassante è sullo stesso piano del secondo abitante del Tevinter a partire da sinistra, e la testa centrale è rivolta altrove. La seconda linea trapassante è sullo stesso piano del quinto abitante del Tevinter a partire da sinistra, e la prima testa è rivolta altrove. La linea che manca il bersaglio è sullo stesso piano dell'abitante del Tevinter grande, il più lontano. E il drago lo sta fissando. Il drago non si cura di coloro che lo attaccano. Il drago rivolge la sua attenzione a quello che l'ha mancato.

Aggiungiamo che gli artisti amano colpire bersagli importanti, ma questa opera non rappresenta alcun volto. Se l'artista avesse voluto scolpire individui specifici, sarebbero qui. Dunque, se non sono i magister i protagonisti dell'opera, che sia il Tevinter stesso? Quattro epoche dell'impero che fanno parte del drago, due che lo danneggiano e una che manca il bersaglio. È meglio non pensarci troppo, o è possibile che il risultato sia un'analisi così approfondita e varia da annullarsi da sé.

Ecco. È così che si passa da "bilanciato" a "la prossima volta non ti invito". A casa mia.

Advertisement