Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Semplici esercizi per evocare e legare a sé: guida per un mentore

Agli apprendisti è concesso, e viene richiesto loro, di controllare uno spirito minore, posto che questo avvenga nei confini protetti della biblioteca. La collocazione degli scaffali consente un'immobilizzazione passiva e la possibilità di un'epurazione d'emergenza di qualunque creatura maligna.

Ma attenzione! Non si può eseguire questo esercizio durante una ristrutturazione o altri tipi di lavoro nella biblioteca! Il pericolo costituito da un'evocazione scorretta, soprattutto quella dell'Esercizio tre, è notevole.

(Questo libro è stato strappato a metà)

*****

(La seconda metà di un libro strappato.)

Il sigillo dell'evocazione si attiverà durante il rituale dell'iniziazione. Se l'ordine non è corretto, il rituale ripartirà da zero.

Esercizio uno
- Rivolgiti alla fonte dell'evocazione.
- Selezione il secondo passaggio del Tomo dei personaggi spiritici, secondo scaffale.
- Scorri con le mani aperte le prima fiamme dell'evocazione (seleziona prime fiamme).

Esercizio due
- Rivolgiti alla fonte dell'evocazione.
- Recita il Richiamo insolito di Rodercom, prima colonna degli scaffali di sostegno.
- Colloca una moneta d'argento ai piedi della statua di Mago Gorvish.
- Scorri con le mani aperte le seconde fiamme dell'evocazione.

Esercizio tre
- Avvisa i maghi anziani dell'inizio della lezione.
- Rivolgiti alla fonte dell'evocazione.
- Recita il secondo passaggio del Gran bestiario di Elvorn, testi sigillati, terza area.
- Traccia il sigillo prescelto sul tavolo comune della prima area.
- Colloca una ciocca di capelli tra le pagine dello Spiritorum Etherialis, a destra dei testi sigillati.
- Esegui il Gesto di Callum (con due dita) davanti alla statua di Mago Gorvish.
- Soffia sulla cicuta secca nel Filatterio dei Novizi, seconda colonna degli scaffali di sostegno.
- Scorri con le mani aperte le prime fiamme dell'evocazione.

*****

Dopo che la prima evocazione è stata completata:

Verro spirituale

Equivalente all'ultimo anello della catena dell'Oblio, nell'esofago del verro spirituale è possibile trovare gemme di poco valore, presumibilmente create dalla fusione di elementi eterei dell'Oblio. Creature del genere non possono sopravvivere nel regno dei mortali senza l'intervento di un evocatore.

Dopo che la seconda evocazione è stata completata:

Capriccio ingannatore

Un'entità priva di qualunque moralità che trae piacere nell'osservare il malessere fisico ed emotivo. Una passione pericolosa, poiché queste creature non capiscono né sono interessate alla fragilità della carne mortale.

Dopo che la terza evocazione è stata completata:

Fenditore dell'Oblio

Il Fenditore è una coscienza a cui è stata conferita una forma fisica nel momento del rituale. Il suo aspetto ha il proposito di spaventare l'apprendista evocatore, in modo che questi rispetti l'Oblio. Benché sia essenzialmente un concetto, questa bestia è comunque molto reale e dominata da uno spaventoso desiderio di libertà.

Advertisement