Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Sostenere che tutti i Ben-Hassrath sono spie sarebbe come dire che tutti gli artigiani sono carpentieri. I Ben-Hassrath rappresentano una grossa parte del clero qunari e sovrintendono a molte attività svolte nella loro società.

Nelle città qunari, i Ben-Hassrath svolgono la funzione di guardie cittadine che indagano su tutto ciò che costituisce una minaccia all'ordine pubblico. I rieducatori Ben-Hassrath si occupano dei criminali e di chiunque si ribelli al Qun, ricorrendo in caso di necessità a un veleno chiamato qamek per distruggere la mente del soggetto. Quelli giudicati degni di essere trattati e rieducati vengono poi assegnati a semplici incarichi manuali.

Nelle zone di guerra o contese, i Ben-Hassrath si coordinano con i militari qunari per rintracciare i temuti ribelli Tal-Vashoth, quasi in veste di cacciatori di taglie. Oltre le frontiere qunari, gli agenti Ben-Hassrath si limitano prevalentemente a osservare e riferire. Può sembrare subdolo da parte loro, ma va ricordato che quasi tutte le nazioni odierne possono contare su una rete di spionaggio. Inoltre i qunari sono estremamente turbati (non a torto, tutto considerato) dalla libertà di cui i maghi possono godere nella nostra cultura.

La nostra idea secondo cui tutti i Ben-Hassrath siano spie malefiche con il compito di convertire l'Orlais al Qun è priva di fondamento. È un banale pregiudizio contro una razza dall'aspetto così diverso dal nostro, alimentato dall'amara constatazione di come molti popolani, specialmente elfi, preferiscano servire il Qun piuttosto che la nostra imperatrice. I qunari sono una società con tradizioni e valori profondamente diversi dai nostri, ma non va dimenticato che sono pur sempre persone, complesse e sfaccettate come quelle dell'Orlais.

—Un estratto da Il leone e il toro: pregiudizi razziali e luoghi comuni ai danni dei qunari da parte della corte orlesiana, autore ignoto, pubblicato dall'Università dell'Orlais

Advertisement