Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

...che avanzavano contro di loro furono bloccati dalla luce sprigionata dalle sue mani esperte. Fu così che ella prese l'iniziativa, in un modo su cui è opportuno sorvolare in questa sede, e condusse il gruppo al sicuro.

Gli occhi di Ameridan cercavano i suoi mentre riferiva tutto ai presenti? Non avevo mai conosciuto quella donna. Eppure le loro mani si cercavano, come quando io stesso cerco un caldo e muto conforto nelle dita di mia moglie. Tra di loro vi erano soltanto sussurri.

Che avesse pronunciato il suo nome durante il resoconto dei fatti? Sarebbe arrivato a tanto? I tempi sono diversi, ma quanto sono cambiati realmente?

—Dalle memorie di messer Bescond, il cui primo manoscritto risale all'1:48 Era Divina

Segue una lettera:

Kenric,

Questa è una copia esatta. Le pagine precedenti sono andate perdute, se non rimosse, molto tempo addietro. Bescond non fa altri riferimenti a questa donna, anche se in seguito Ameridan appare più volte. Gli scritti di messer Bescond non sono del tutto sconosciuti, in quanto ricchi di informazioni sull'Inquisitore Ameridan, ma è difficile trovarli negli archivi della Chiesa. La loro fondatezza è largamente contestata. Alcuni si sono chiesti se termini come "luce" o "iniziativa" implichino qualcosa di magico o sacro. Senza contare il fatto che Bescond scrisse queste memorie molti anni dopo l'accaduto. La stessa moglie dell'autore ne mise in dubbio la precisione: affermò che il marito ricordava la gioventù trascorsa nella capitale orlesiana con la lente della nostalgia e dell'età ormai avanzata. Credo che tale dichiarazione, questa sì, faccia parte degli archivi ufficiali della Chiesa.

Buona fortuna,
M.

Advertisement