FANDOM



Vedi anche: Voce del Codice: Prole oscura

Testo del Codice

Se il Custode è un nano...
Gli abitanti della superficie sostengono che i primi prole oscura siano caduti dal cielo. Essi raccontano storie di magia e peccato. Ma i Figli della Pietra conoscono la verità. I prole oscura sono spuntati dalla terra, in quanto la loro prima apparizione è avvenuta nelle Vie Profonde. Creature dalle nostre stesse sembianze, armate e corazzate, ma non più intelligenti di un tezpadam, crudeli e selvagge.

All'inizio erano in pochi e furono cacciati o uccisi facilmente dai nostri guerrieri, ma, nei recessi delle Vie Profonde, essi crebbero in numero e in coraggio. I nostri thaig lontani furono attaccati e stavolta fu inviato un esercito, non un manipolo di guerrieri, per occuparsi di loro. Le vittorie però continuarono a venire facilmente e credevamo che la minaccia sarebbe terminata presto.

Ci sbagliavamo.

—Tratto dal racconto del Modellatore Czibor.


Se il Custode non è un nano - Descrizione in Dragon Age II e in Dragon Age: Inquisition...

Coloro che avevano cercato di conquistare
Il Cielo con la violenza hanno finito per distruggerlo.
Ciò che era oro e puro è diventato nero.
Coloro che un tempo erano signori dei maghi,
I più brillanti della loro epoca,
Non sono più uomini, ma mostri.
—Threnodies 12:1.

Il peccato è alla base della Prole Oscura. I magister hanno abbandonato la Città Dorata e il loro destino ha avvolto quello del nostro mondo. Perché essi non erano soli.

Nessuno sa da dove provenga la Prole Oscura. Secondo alcuni si tratterebbe di una macabra parodia degli uomini e abiterebbe nei luoghi più bui dove prolifera e aumenta di numero come un'invasione di locuste. Durante gli attacchi, i prole oscura fanno spesso prigionieri, trascinando le loro vittime vive nelle Vie Profonde, prima di mangiarle, come suggeriscono molti indizi. Sembra infatti che preferiscano cibarsi di creature che respirano ancora, alla stregua dei ragni. Forse sono nati semplicemente dall'oscurità. Una cosa è certa: sappiamo che questo male non ha difficoltà a perpetuarsi.

L'ultimo Flagello si trovava nell'Era delle Torri, per colpire ancora una volta al cuore del Tevinter, diffondendosi verso sud a Orlais e a est nei Liberi Confini. Le piaghe si estendono lontane quanto il Ferelden, ma la morte e la corruzione della terra si sono fermate ben oltre i nostri confini. Qui i prole oscura sono solo protagonisti di leggende e niente più. Nelle terre settentrionali però, in particolare nel Tevinter e nelle Anderfel, si dice che essi tormentino l'entroterra, attaccando i contadini al confine e i villaggi isolati, costituendo una minaccia costante.

—Tratto da "Ferelden: folklore e storia", di Sorella Petrine, studiosa della Chiesa.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.