Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Affrontato direttamente, un avversario che indossa solo armatura leggera e brandisce lame corte è una passeggiata per uno chevalier ben addestrato. Tuttavia, non tutti gli scontri sono dei duelli. Presupponendo che il nemico condivida i propri valori, la morte è certa. L'unica regola sulla quale concordano la maggior parte dei guerrieri è che sia meglio non morire. E un custode grigio o la guardia del corpo di un imperatore potrebbero perfino contestare quest'ultima affermazione.

Un amante della schermaglia attaccherebbe di sorpresa, affidandosi ai propri alleati per creare il giusto diversivo. In una grande battaglia, con numerose truppe su ogni fronte, è bene supporre che il nemico disponga di tali amanti della schermaglia tra le sue file. Quando si combatte in formazione, venire meno al proprio compito e inseguire un presunto vantaggio non ha giustificazioni. Così facendo, coloro di cui si è responsabili resterebbero senza difesa. Quando si combatte da soli, è meglio evitare attacchi che possano indebolire la propria guardia.

Dopo essersi resi conto che un nemico è tale, meglio essere vigili e ricordare che state indossando più armatura di lui. Egli si nasconderà. Non date la caccia alle ombre, luogo in cui egli è più forte. Proverà a colpirvi da lontano, non abbassate dunque la guardia. Uno chevalier si merita una morte migliore dell'essere avvelenati da un pugnale in un'ascella scoperta. Tale è il fato di coloro che diventano impazienti mentre danno la caccia a nemici che considerano inferiori.

Siate calmi e metodici. E aspettate che il nemico indietreggi per paura della vostra spada e del vostro scudo. Quando ciò avviene, egli si convincerà che può attaccarvi direttamente e che le sue lame sono sufficientemente rapide da trapassare il vostro scudo. Quindi, egli compirà la sua mossa e voi potrete ucciderlo.

—Tratto da Riflessioni sull'uso delle lame del Maestro di spade Massache de Jean-mien, lettura obbligatoria dell'Accademia degli Chevalier


Ricerca ultimata: danni contro gli umanoidi aumentati

Advertisement