Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Stimata Dama Sidonia,

Mi assumo la piena responsabilità per l'insolito comportamento di Dama Marchellette. Il fatto è che di recente abbiamo iniziato lo studio della storia. Ritenevo che la conoscenza dei vari usi e costumi del Thedas, oltre a quelli orlesiani, avrebbe giovato alla signorina. Mi sbagliavo.

Mi duole informarvi che la vostra amata figliola ha sviluppato un particolare interesse per il folklore fereldiano. Sente di avere una profonda affinità con Re Calenhad che temo sia quasi sfociata in una vera infatuazione. Ricordo che mi ha fissato sgranando gli occhi quando le raccontai di come unificò i barbari facendo valere il suo leggendario carisma. E ogni volta che cercai di passare ad altro, insistette che le raccontassi nuovamente di Calenhad: di come i fereldiani affermano che i suoi capelli fossero più luminosi del sole, e il suo mento cesellato come le vette più alte delle Montagne Gelide. È ormai la seconda volta che strappo i disegni che appende nella sua stanza da letto, nei quali ama ritrarlo a torso nudo.

La situazione è addirittura peggiorata quando le ho parlato dei lupi mannari. Come sapete, i fereldiani venerano gli eroi popolari Dane e Hafter. Pare che Dane fosse un lupo mannaro e che Hafter discendesse da una di queste creature. Si tratta di bestie verso le quali qualsiasi uomo o donna di buonsenso proverebbe nient'altro che repulsione. Ma conoscete i fereldiani e la loro attrazione per la natura selvaggia. Purtroppo, questi stessi racconti hanno acceso l'immaginazione della signorina. Non ho saputo oppormi al suo desiderio di allestire uno spettacolo per voi e il vostro illustre consorte. Temo sia per questo che Marchellette correva per l'intero palazzo indossando pellicce di lupo, spaventando a morte la servitù. Stava provando una scena in cui Hafter scaccia la Prole Oscura. Sono stato informato degli inestimabili cimeli di famiglia andati distrutti durante questa spiacevole baraonda, eventi di cui sono terribilmente costernato.

Non mi stupirei se il mio totale fallimento come tutore comportasse il mio immediato allontanamento.

—Una lettera di Fratello Bernard alla dama presso cui prestava servizio

Advertisement