Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Gli Antichi Dei ti chiameranno.

Dalle loro antiche prigioni, intoneranno un canto.
Draghi con occhi malvagi e cuore malvagio,
L'inganno faranno levare su ali oscure.
Il primo dei miei figli, perduto nella notte.

—Cantico del Silenzio, 3:6

Il Cantico del Silenzio Discordante è una storia della genesi alternativa alle versioni presenti nel Cantico delle Trenodie. Gran parte del cantico è scritto dal punto di vista del Creatore mentre si rivolge all'umanità, motivo per cui è stato considerato blasfemo e rimosso dai versi ufficialmente riconosciuti del Canto. Solitamente attribuito all'Arconte Hessarian, il Cantico del Silenzio fa emergere un Creatore più addolorato per la corruzione e il tradimento dei Suoi figli, sia spiriti sia mortali. Egli considera la caduta e la corruzione degli Antichi Dei come un Suo tragico sbaglio e supplica i Suoi figli mortali di abbandonare il sentiero oscuro lungo cui i loro fratelli maggiori li hanno condotti.

Molti storici affermano che l'Arconte Hessarian avesse composto questo canto durante la sanguinosa Trasfigurazione del Tevinter. I letterati dell'Impero lo citano spesso come uno dei più antichi esempi di propaganda. Nel sesto verso, un Creatore più che mai afflitto si rivolge ai Suoi figli mortali e spiega che gli dei draghi li hanno manipolati e ingannati, invitandoli a sottrarsi alla loro influenza nefasta per riabbracciare la Luce. Quando il popolo del Tevinter si ribellò massacrando chiunque fosse rimasto fedele agli Antichi Dei, fu proprio questo cantico a ispirare e fomentare la più spaventosa carneficina nella storia dell'Impero.

—Da "Il Canto della Luce: storia e analisi letteraria", di Sorella Tessaria

Advertisement