Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

"È una terra ricca di meraviglie, come il Mer'deine, con la sua gigantesca statua bianca di Nostra Signora incisa nel suo volto, con le mani allungate mentre regge una fiamma perpetua." Furono queste parole di Genitivi, per quanto concise, a ispirarmi. Decisi di vedere di persona questa stupefacente Profetessa di pietra.

Percorsi la Gran Via Imperiale sotto mentite spoglie, cercando di non passare per un forestiero. A Vol Dorma, una strada poco battuta proseguiva verso ovest. Ben presto a quella regione arida si sostituì la desolazione più assoluta. Terra rossa. Ossa. Il mio volto era segnato dalla sabbia portata dal vento. Quando la visibilità migliorava, potevo vedere a miglia di distanza. Non che ci fosse granché da vedere. I pochi insediamenti che attraversai erano popolati da derelitti e fanatici della Chiesa. Mi dissero che per arrivare al Mer'deine avrei dovuto superare prove ancor più ardue.

A un certo punto decisi di tornare indietro, accontentandomi di una statua più piccola in un luogo che il Creatore non avesse dimenticato.

—Fratello Berard, sacerdote della Chiesa di Perendale

Advertisement