Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

I maghi non sono demoni o mostri. Sono uomini e donne come gli altri, con la differenza che dispongono di un'arma che hanno in pochi. Lo dico perché non credo che tutti i maghi debbano imparare a usare una spada, come molti credono. Tuttavia, ogni mago affronta la vita con una lama sguainata, che lo si voglia oppure no. Coloro che insistono nel dire che i maghi sono innocui, si chiedano come hanno fatto gli eretici a imparare a uccidere così bene i templari. Noi dell'Accademia sappiamo bene che nessuna abilità si sviluppa senza un'adeguata pratica.

Quando combattete contro un mago è sempre bene stargli addosso, a prescindere dal pericolo o dal rischio di essere sopraffatti. Un mago raramente colpisce con la forza di una lama di uno chevalier ben addestrato, ma spesso è foriero di energie innaturali: fuoco che incendia un uomo dentro la sua armatura, fulmini che strappano la forza dei suoi arti e così via. Arretrare significa dargli il tempo di modificare il campo di battaglia a proprio vantaggio, creando un muro di ghiaccio, un alleato demoniaco o fiamme magiche che rafforzino le lame delle sue difese. Sappiamo che il guerriero che domina il campo di battaglia è spesso il vincitore. È necessario tenere l'avversario sotto pressione e continuare ad attaccare.

Raramente i maghi indossano un'armatura pesante, ma la loro magia può proteggerli con la stessa efficacia delle nostre piastre. Ho detto spesso di osservare i fianchi e le braccia dell'avversario invece delle mani ma quando si tratta di maghi, le mani e le braccia sono fondamentali. Se il suo corpo è immune alla vostra spada, provate a bloccargli le braccia o a farlo cadere a terra. Non sarà elegante e nemmeno onorevole, ma non esiste onore quando si affronta un mago. Solo sopravvivenza.

—Da Riflessione dell'uso delle lame del maestro di spade Massache de Jean-mien, nell'ambito di una lezione all'Accademia degli Chevalier.


Ricerca ultimata: danni contro gli umanoidi aumentati

Advertisement