Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

"Ho superato la vostra prova. A quanto pare il destino ha uno strano senso dell'umorismo."

Loghain nacque in una famiglia di contadini, mentre il suo paese era occupato da una potenza straniera. Quando era ancora un ragazzo si unì alla resistenza, dove il suo genio tattico divenne presto evidente. Fece amicizia con il Principe Maric, l'ultimo vero erede al trono del Ferelden, e insieme guidarono i ribelli e scacciarono le forze dell'impero dell'Orlais. Maric conferì al suo amico un titolo nobiliare. Loghain divenne una leggenda vivente, simbolo degli ideali di indipendenza e di duro lavoro del Ferelden.

Durante la battaglia di Ostagar fuggì, lasciando Re Cailan e i Custodi Grigi a morire.

Quindi tornò a Denerim, dichiarandosi reggente di fronte a sua figlia, la Regina Anora, e pretendendo che il Ferelden lo seguisse contro la Prole Oscura. In tal modo si inimicò molti bann. Le sue azioni scatenarono una guerra civile. I sostenitori di Loghain si ritrovarono a combattere contro i loro vicini, che lo incolpavano della morte del re, e anche contro coloro che volevano semplicemente approfittare della mancanza di un capo. Venne sconfitto in duello all'Incontro dei Popoli, e condannato a sottomettersi al rituale dell'Unione. Sopravvisse, e riprese a combattere per il Ferelden come Custode Grigio.

Se il Custode ha compiuto l'estremo sacrificio...
La distruzione dell'Arcidemone Urthemiel nella Battaglia di Denerim costò la vita all'Eroe del Ferelden. Successivamente, Loghain prestò aiuto nella ricostruzione del regno e dei Custodi che aveva quasi annientato.

Se è stato eseguito l'oscuro rituale...
Insieme, Loghain e l'Eroe del Ferelden affrontarono l'Arcidemone Urthemiel quando attaccò la città di Denerim. Ne uscirono vittoriosi, distruggendo la creatura e ponendo fine al quinto Flagello ancor prima che cominciasse.

Advertisement