Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

L'isola di Par Vollen è stata la prima terra del Thedas a essere conquistata dai qunari, che ancora oggi ne detengono il controllo. Questi hanno eretto grandi meraviglie architettoniche sull'isola, specie nella celeberrima città di Qunandar, ma Par Vollen vantava una ricca storia ancor prima che il Qun approdasse sulle sue coste. Distogliete lo sguardo dallo splendore di Qunandar e rivolgetelo verso la giungla. Qui vedrete le rovine di immense città che sembrano proclamare in silenzio: "Noi sorgevamo qui".

Le inconfondibili piramidi di Par Vollen, che svettano sopra la vegetazione, sono rimaste pressoché intatte sebbene il loro scopo originario sia andato perduto. Non sembrano essere tombe, anche se alcune stanze contengono cadaveri accuratamente conservati. È interessante notare come le proporzioni di queste strutture siano matematicamente perfette. Un allineamento così preciso lascia supporre che avessero una qualche finalità scientifica. Che fossero osservatori astronomici? Andvan Therastes ha notato come la forma delle piramidi ricalchi perfettamente la costellazione di Solium.

Il vero mistero non sono le piramidi in sé, quanto piuttosto i loro costruttori umani. I qunari giunsero a Par Vollen in veste di conquistatori, ma non esistono né cronache né tracce visibili di battaglie combattute lungo le coste. Una civiltà in grado di costruire città così imponenti doveva disporre di difese, eserciti e armamenti sconosciuti perfino ai qunari. Se è così, perché non esistono prove di un'effettiva resistenza armata?

La risposta potrebbe celarsi tra i ruderi dei loro templi. Sotto le foglie e i rampicanti che ricoprono le pareti si possono ancora distinguere le incisioni stilizzate che le adornano. La pittura si è scrostata da tempo, ma le figure sono ancora chiare: si vedono creature marine, carpentieri, musicisti, arcieri e sovrani. In vari punti si scorgono delle misteriose figure, alte e munite di corna, sempre in posizioni di autorità e rispetto.

Chi erano queste figure cornute per gli abitanti di Par Vollen? Sacerdoti che indossavano copricapi cerimoniali? Eroi? Divinità? Forse non lo sapremo mai. Ma quando i qunari giunsero dal mare, con le loro corna e il verbo del Qun, probabilmente gli umani videro in loro l'incarnazione di antiche leggende, piuttosto che un popolo di conquistatori.

Ovviamente sono tutte supposizioni. Oggi gli umani di Par Vollen sono qunari, e la loro antica civiltà è stata dimenticata. Eppure le piramidi continuano a punteggiare l'isola, così come le vecchie città. Forse, un giorno, studiosi più abili riusciranno a carpirne i segreti.

—Da Storia ragionata del nord occupato, di Renatus di Ayesleigh

Advertisement