Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

A una parola di Shartan, il cielo
Si fece scuro di frecce.
Con la nostra Signora, diecimila spade
Vennero estratte dalle guaine,
Un grande inno si levò sopra i Campi Valari,
proclamando:
Coloro che erano schiavi ora sono liberi.

Si dice che i seguaci di Shartan abbiano rubato tutto quello che riuscivano a trovare per realizzare delle armi. Combatterono con coltelli ricavati da pietra e vetro, con archi fatti da canne da ardere. Questo arco era fatto in corno, realizzato in segreto nel corso dei mesi da uno schiavo che lavorava nei mattatoi di Minrathous.

Il nome dello schiavo è andato perduto e i versi che parlavano delle sue gesta sono stati cancellati dal cantico, ma la sua arma resiste ancora.

Advertisement