Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

L'Impero ha un'estensione notevole.

Una volta arrivava fino a questa foresta, in un tempo in cui le tribù barbare dei Clayne governavano ancora su queste terre. I magister del Tevinter combatterono per sottrarle a loro, centimetro per centimetro se necessario, usando magie spaventose. Magister Harach portò un esercito in questa foresta, guidato da Alaric, suo amico e generale. Per Alaric, Harach realizzò una delle armature più belle, infusa con il lyrium e con la sua stessa magia del sangue. La chiamò "Juggernaut", come i giganteschi golem inarrestabili a guardia dei cancelli di Minrathous. Così armato, Alaric riportò molte vittorie contro i Clayne.

Quando venne la sconfitta, questa arrivò dall'interno. I tenenti di Alaric si ribellarono a lui, gelosi del favore di cui godeva presso i magister e desiderosi di strappargli l'armatura Juggernaut. Alaric fu ucciso, e ogni successore che ottenne la sua armatura fu a sua volta tradito dai propri tenenti. L'avamposto nel Tevinter cadde per colpa di violente lotte intestine. In preda alla collera, Magister Harach viaggiò fin lì e uccise gli ultimi tre tenenti.

I barbari Clayne, tuttavia, si stavano già avvicinando in forze all'avamposto. Il loro capo desiderava la leggendaria armatura per sé. Anche con il suo immenso potere, Harach non poteva sperare di poterli affrontare tutti. Usò invece le ultime gocce dalla propria stessa forza vitale per lanciare un incantesimo di magia del sangue, con il quale legò i demoni ai corpi dei tre tenenti morti, oltre che al suo. Questi spiriti legati nascosero i pezzi dell'armatura Juggernaut, e anche se i barbari misero a ferro e fuoco l'avamposto, il capo non trovò né l'armatura né gli spiriti.

La leggenda dell'armatura Juggernaut continua a vivere e diversi individui coraggiosi si sono avventurati nelle profondità della Foresta di Brecilian per cercarla, senza più fare ritorno.

—Tratto da Ferelden: folklore e storia, di Sorella Petrine, studiosa della Chiesa.

Advertisement