Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Dopo tanto viaggiare, il suo gaio sorriso mi attende.
La fanciulla del Crocevia Vermiglio e il suo sguardo penetrante.
O, già vedo i fiori tra i suoi boccoli,
Mentre mi attende all'altare, trepidante.

Ho sognato quel bacio rubato all'ombra del pergolato,
Ho sognato quella promessa sotto il vecchio frassino cadente.
O, già vedo i fiori tra i suoi boccoli,
Mentre mi attende all'altare, trepidante.

Un ultimo torrente da guadare, un poggio da superare.
Poi giungerò dal mio amore, il cuore palpitante.
O, già vedo i fiori tra i suoi boccoli,
Mentre mi attende all'altare, trepidante.

Correndo per le vie, seguiti dal solo silenzio.
Frecce elfiche affondano nel vecchio frassino cadente.
O, già vedo i fiori tra i suoi boccoli,
Mentre mi attende all'altare, trepidante.

Rubino sul verde manto, petali al vento.
Accoglila al tuo fianco, Andraste, ascolta il mio cordoglio.
Stesa a terra, i fiori tra i suoi boccoli,
Ai piedi dell'altare giaceva la fanciulla del Crocevia Vermiglio.

Comprensibilmente, questa canzone popolare ha origine nella regione del Crocevia Vermiglio, anche se è nota in varie località dell'Orlais. Pur essendo chiaramente ispirata agli eventi della Sacra Marcia delle Valli, non è dato sapere se il narratore e la "fanciulla" in questione siano basati su personaggi realmente esistiti o rappresentino simbolicamente i lutti subiti al Crocevia Vermiglio.

—Da Tradizioni musicali orlesiane, di Sorella Rosette, pubblicato dall'Università dell'Orlais

Advertisement