Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

—La ricostruzione storica della Sacra Marcia delle Valli a opera della Chiesa si configura come la contrapposizione tra gli eserciti dei fedeli e i selvaggi miscredenti. Da esperto delle Valli, tuttavia, trovo che questa versione sia alquanto lacunosa, nonché infarcita di pregiudizi pro-Chiesa e pro-umani. Pertanto, sento il dovere morale di proporre un'interpretazione alternativa: ritengo infatti che la Sacra Marcia delle Valli non fosse altro che una manovra espansionista mascherata da crociata in nome della fede.

Basta aprire una qualsiasi mappa per notare la grande estensione delle Valli. Trovandosi tra l'Orlais e il resto del sud, avrebbe rappresentato un notevole ostacolo all'espansione dell'impero nel Ferelden. Il fatto che questa regione fosse popolata da una nazione ostile e irrazionale che attaccava missionari innocenti e sacrificava neonati andrastiani, come affermava la propaganda orlesiana, bastò a giustificarne l'invasione. In realtà, gli elfi non fecero altro che difendere le terre che la stessa Andraste aveva promesso loro e che gli umani tentarono illegittimamente di conquistare.

Gli elfi reagirono con un crescente isolazionismo che giocò tutto a favore dell'impero. Accusato di rifiutare qualsiasi contatto diplomatico e di aver addirittura negato il proprio sostegno contro il secondo Flagello, quando la Prole Oscura attaccò Montsimmard, il regno dalish appariva agli occhi dell'opinione pubblica orlesiana come una minaccia latente da eliminare quanto prima.

Gli studiosi descrivono il massacro del Crocevia Vermiglio come la miccia che fece esplodere la rabbia della Chiesa, costretta a dichiarare una Sacra Marcia contro il regno elfico delle Valli. Gli stessi studiosi, però, ignorano il fatto che nessuno conosce la verità sui fatti del Crocevia Vermiglio né il motivo che spinse gli elfi ad attaccare. Prevedibilmente, la violenta reazione della Chiesa culminò in un bagno di sangue. Alla luce della mia tesi, la vicenda del Crocevia Vermiglio andrebbe riesaminata chiedendosi se quell'attacco improvviso fosse davvero ingiustificato. E se qualcuno avesse voluto sacrificare un villaggio per giustificare la sottomissione di un intero popolo?

—Da Una storia alternativa della Sacra Marcia, un libello anonimo pubblicato dall'Università dell'Orlais nel 9:12 Era del Drago

Advertisement