Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Amici, ne abbiamo discusso a lungo, ma vorrei suggerire una diversa interpretazione. Non è la prima volta che uno dei nostri finisce nella Legione dei Morti. I Ricordi riportano alcuni esempi clamorosi di questo tipo. Solo la scelta volontaria ha reso questa vicenda più che un semplice scandalo. La domanda che dobbiamo porci è: "Abbiamo bisogno di tutto questo?" La Legione è sempre stata vista come l'ultima speranza di redenzione. Se un nobile si unisce alla Legione, tanto più per scelta, ciò non può che far bene all'arruolamento. Sacrificheremo solo il membro più sciocco, l'ultimo di una casata molesta. Le sue riforme hanno più senso se gridate contro i prole oscura che in queste sale. Io dico di lasciarlo andare.

Questo è l'editto che è stato approvato, Durius. Spero che tu non debba pentirti della tua decisione, perché non puoi più tornare indietro, ora.

—Tratto dai verbali del Concilio riguardo alla Legione dei Morti; appendice sconosciuta.


Carissima Gilly,

So che le cose sono state difficili dopo la condanna della nostra casata. Speravo di portarmi dietro da solo il peso delle mie azioni, ma se avessi saputo prima a quali conseguenze sarei andato incontro, non avrei ucciso un membro di una casta superiore alla mia. Non è stato facile abbandonarti, ma sapevo che l'unico modo per non coinvolgerti nel mio disonore era unirmi alla Legione. Si tratta di una scelta che non mi dà alcun diritto di cercare il tuo conforto, ma ti prego di ascoltarmi, anche solo per un attimo. Ho sentito parlare di un nuovo soldato, un nobile! Non dirò ad alta voce ciò che ho saputo, ma potrebbe essere una strada per ottenere la rispettabilità per la mia razza. Per te. Se rimane ancora una linea ufficiale aperta al nostro nome, puoi verificare se questo uomo esiste davvero, se la casata Ferald è in buone mani?

—Una lettera di Maius, non spedita.


Possa questo rapporto essere letto dalla persona giusta, per modificare le tattiche future. Abbiamo trovato un'enclave della Prole Oscura, probabilmente un nido, ma non abbiamo potuto avvicinarci. C'erano molti più prole oscura di quanto pensassimo. Ho diviso la squadra per attirare via il gruppo più grande dell'orda. Non mi aspetto di sopravvivere, ma ho fatto in modo che la maggior parte dei miei uomini veda una nuova alba. Il pensiero che la mia richiesta rimanga inascoltata mi consuma e potrebbe condannare molti più componenti della Legione di quelli che rischiano di morire qui. Ma non posso abbandonare coloro che ho guardato negli occhi e chiamato fratelli. Forse non mi ringrazieranno per questo, credendo di essere già morti, ma finché c'è vita c'è speranza. Non sarò l'ultimo ad assistere al loro valore.

—Da una rapporto sul campo della Legione dei Morti, di Lord Durius Ferald.


Vittima: Durius Ferald, tenente. Trovato morto insieme alla sua squadra. Il cadavere non è stato toccato, il che suggerise che i prole oscura temessero il suo spirito, anche da morto. La ferocia con la quale ha difeso i propri uomini è stata confermata dai superstiti, prima di cedere alla corruzione. È raro che la morte di un soldato venga onorata più delle proprie azioni, ma Ferald era un tipo strano, un agitatore delle folle. Le sue promesse eccentriche erano pericolose e temo che la sua morte possa demoralizzare più membri della Legione di quanti abbiano sentito le sue fantasie con le proprie orecchie. È stato affidato alla Pietra insieme al suo stemma. Gli è stata data la sepoltura più onorevole possibile con i prole oscura alle costole, anche se ufficialmente egli ha formato un secondo fronte. Meglio che le sue sciocche speranze vengano affievolite dal tempo piuttosto che essere uccise subito.

—Tratto da un rapporto bisettimanale sulle vittime, del sergente Unger.


In virtù degli onorevoli antenati e dell'eccezionale sacrificio personale da parte del suo ultimo discendente, l'unione della casata Ferald con la Legione dei Morti viene ritenuta meritevole di indagine dai Ricordi. Se la discendenza si dimostrerà intatta e sufficiente, i rapporti della Legione dei Morti potrebbero essere riconosciuti come nobiltà minore, pur con le dovute restrizioni. Questa casata minore verrà ora sottoposta al processo generazionale di ammissione ai Ricordi. Possano i suoi discendenti essere onorati.

—Come registrato nei Ricordi.

Advertisement