Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Quando abbiamo saputo delle ingiustizie perpetrate contro i nostri compagni maghi alla Cuspide bianca, il Circolo dei Magi di Val Royeaux, ho iniziato a temere il peggio. Il nostro Circolo di Dairsmuid è piccolo e isolato; a conti fatti, non è altro che una facciata per appagare la Chiesa.

Appena gli altri Circoli si sono ribellati, la Chiesa ha inviato dei Cercatori da Ayesleigh, oltre la baia, per indagare più a fondo. Così hanno scoperto che viviamo liberamente con i nostri familiari, addestrando le maghe alle arti delle veggenti, e ci hanno accusato di eresia. Forse ci credevano dei maghi senza spina dorsale da intimidire con qualche piccolo spargimento di sangue. Ma quando non ero ancora prima incantatrice, ero la figlia del Capitano Revaud della Felicisima Armada. So pianificare una battaglia.

Hanno portato con sé un manipolo di templari. Abbiamo combattuto. E avremmo vinto se non avessero invocato il Diritto di Annullamento, con tutta la feroce brutalità che ne deriva. Si arrogano il diritto di trafiggere apprendisti inermi, di bruciare le nostre biblioteche "corrotte", di frantumare preziosi manufatti sotto le suole degli stivali, di abbattere le pareti della nostra casa. E nessun mago ha il diritto di protestare.

Ora, noi del Circolo di Dairsmuid attendiamo dietro le barricate. Ho già informato i nostri fratelli maghi di questo massacro. Quando sfonderanno le nostre linee, non moriremo da soli.

—Ultima annotazione nel diario della Prima Incantatrice Rivella, uccisa a Dairsmuid nel 9:40 Era del Drago

Advertisement