Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Il cortile della Forca è pieno di statue che raffigurano schiavi torturati, un macabro memento della storia di Kirkwall. Circa quindici secoli fa, Kirkwall era infatti la cava più importante dell'Impero Tevinter e forniva le materie prime per la costruzione della Gran Via Imperiale.

Le brame espansionistiche dell'Impero richiesero l'impiego di legioni di schiavi nella cava. Quando la fase di costruzione giunse al termine, Kirkwall divenne quindi la capitale del traffico di schiavi, e la Forca ne era il simbolo.

Le statue non sono monumenti alle sofferenze degli schiavi. Al contrario, ogni singolo dettaglio del cortile fu progettato dai magister per intimorire i nuovi arrivati. Le esecuzioni avvenivano quotidianamente, talvolta ogni ora, con i cadaveri che venivano esposti sui patiboli. I nuovi schiavi potevano vedere ciò che li aspettava nel momento in cui sbarcavano dalle navi.

Quando le armate di Nostra Signora attaccarono l'Impero, gli schiavi di Kirkwall insorsero e occuparono la città. La Forca restò deserta per i due secoli successivi, fino alla riapertura in occasione dell'incoronazione della Divina Justinia I. La Forca mutò di nuovo il volto della città quando la prigione abbandonata diventò la sede del Circolo di Kirkwall.

—Da "Alla ricerca del sapere: i viaggi di uno studioso della Chiesa", di Fratello Genitivi

Advertisement