Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Amici miei, accettiamo il fatto che i demoni più potenti e intelligenti prediligano aspetti più complessi della nostra realtà da osservare e con cui interagire. Un demone della superbia può essere attratto dalla corrotta arroganza dei nobili, dalla sete di sangue dei soldati o, tristemente, dalla cieca sicurezza di sé dei maghi. Un demone del desiderio potrebbe concentrarsi su lussuria, bramosia o perfino sui desideri disperati e irrealizzabili.

Che i demoni siano naturalmente inclini a tale specificità oppure resi tali dall'osservazione di una confluenza di eventi specifici del nostro mondo è oggetto di dibattimento, ma non quello del mio esperimento. Io vorrei porre l'accento sulla questione della paura.

Consideriamo i demoni della paura creature minori, potenti ma semplici, come le bestie feroci o affamate. Ma la paura ha molti volti, dalle assurde fobie della nobiltà alle autentiche minacce poste da magia, demoni, draghi e Flagello.

Quale evento ha plasmato il corso della storia più del Flagello? Se non fosse stato indebolito dal primo Flagello, l'impero Tevinter avrebbe schiacciato la ribellione di Andraste. Non ci sarebbero Ferelden, Circoli e Chiesa così come li conosciamo. Il Flagello è una prepotente forza di devastazione e terrore, odiato e temuto da contadini e regnanti, dalle colline settentrionali delle Anderfel fino ai margini meridionali delle Selve Korcari.

Non conosco nient'altro capace di instillare una paura così universale e così specifica. Draghi e demoni fanno paura, certo, ma entrambi hanno suscitato anche rispetto e stupore nelle culture del Thedas. Solo il Flagello è un'infallibile fonte di orrore. Se esiste UNA demone della paura più potente degli altri, è sicuramente un demone che si concentra sulla paura del Flagello.

Questo è l'esperimento che io desidero svolgere. Nel momento in cui leggerete questa lettera, amici miei, io starò dormendo, viaggiando nell'Oblio per trovare questa creatura. Se ho ragione, sarà una fonte di informazioni sulla storia del nostro mondo senza precedenti. Una saggezza nascosta fin dai tempi dell'antico Tevinter. Ho detto agli scribi di tenersi pronti ad annotare tutto ciò che avrò da dire al mio ritorno.

—Lettera trovata accanto al corpo addormentato dell'Incantatrice Anziana Jessimerre, la sua ultima comunicazione nota prima della possessione e, poi, della morte, insieme a dodici maghi, nove templari e un numero ignoto di apprendisti e maghi della Calma per mano dell'Alto-capitano Hewlgarre

Advertisement