Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

In lingua dalish, il termine "harellan" significa "traditore dei propri simili", ma questa parola non compare nei testi elfici prima dell'Era delle Torri. Probabilmente deriva dai termini antichi "harillen" (opposizione) e "hellathen" (lotta onorevole). I dalish chiamano Fen'Harel "Dio degli Inganni", ma, alla luce di ciò, la traduzione più corretta sarebbe "Dio della Ribellione".

Non ci è dato sapere se e contro cosa si ribellò. Nelle leggende dalish, Fen'Harel imprigiona le altre divinità per puro dispetto. Se potessimo comprendere più a fondo l'antica lingua elfica, forse scopriremmo sfumature più complesse nella storia del Temibile Lupo.

—Da Trattato sui costumi pagani ed eretici degli elfi, di Senallen Tavernier dell'Università dell'Orlais, commissionato dall'Imperatrice Celene.

Advertisement