Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Fuori dai confini dell'Impero Tevinter è diffuso un falso preconcetto secondo cui un "magister" sia semplicemente un mago, e che il mero fatto di essere un mago sia tutto ciò che occorra per appartenere alla classe dominante. Un luogo comune che alcuni maghi del Tevinter hanno aiutato a consolidare spacciandosi per magister, fuori dai confini nazionali, per godere di una migliore reputazione. In realtà, un magister deve possedere un seggio al Magisterium, la camera alta del Senato Imperiale, per essere considerato tale. Il Magisterium è l'organo istituzionale che legifera e nomina il nuovo Arconte, in assenza di eredi designati. La camera bassa del Senato Imperiale, il Publicanium, è formato da rappresentanti eletti, ma è privo di poteri concreti e viene considerato un organo burocratico. I magister provengono dal Circolo dei Magi e della Chiesa Imperiale, e in molti hanno diritto a un seggio solo perché questo è stato donato da un Arconte alla loro casata. Non devono essere necessariamente maghi. Anzi, in gran parte non lo erano affatto, dopo la Trasfigurazione che vide il Tevinter abbandonare gli Antichi Dei per convertirsi ad Andraste. A partire dall'Era delle Torri, tuttavia, i non maghi del Magisterium furono sempre meno. I veri magister sono figure di grande potere e prestigio nel Tevinter. Tutti gli altri maghi si piegano al loro volere, e quelli di basso lignaggio non godono di alcuna influenza oltre a quella che guadagnano con le proprie ricchezze o abilità personali.

—Da L'antico nord, di Sorella Petrine, studiosa della Chiesa

Advertisement