Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Esistono molte convinzioni errate sulla discendenza di Andraste, signore. Credo siano dovute a una generale mancanza di conoscenza sulla vita mortale di Andraste. Comprensibile, considerati i numerosi culti che nacquero in seguito alla sua morte. Tutti reclamavano Nostra Signora come parte della propria cultura, oppure negavano taluni aspetti della sua esistenza. Invenzioni. Il mio ordine ha svolto approfondite ricerche per stabilire la verità.

Sappiamo tutti che Andraste e il Traditore crebbero cinque figli. I più anziani erano maschi: Isorath, Evrion e Verald. La dominazione di quello che un tempo era il Tevinter meridionale venne ripartita fra i tre. A Isorath fu affidato l'ovest, che oggi conosciamo come Orlais. A Evrion venne dato l'est, gli attuali Liberi Confini. A Verald venne affidata la zona centrale, ovvero l'attuale Nevarra. Ciò che fu di questi uomini e delle loro eredità appartiene alla leggenda, e i presunti eredi fanno risalire la discendenza di Andraste a uno di loro. Tuttavia, nessuno dei tre era figlio di Andraste. Furono infatti partoriti dalla concubina del Traditore, Gilivhan. La gente preferisce soprassedere sul fatto che Andraste provenisse dalla tribù dei barbari Alamarri, che non sono i fereldiani che conosciamo oggi. Erano guerrieri selvaggi che, oltre alla propria moglie, si circondavano di concubine. E siccome Andraste era ritenuta troppo debole per partorire, il Traditore scelse Gilivhan per portare in grembo i suoi eredi. Cosa che ella fece. Dopo la sua morte, i figli furono cresciuti da Andraste come se fossero suoi.

Ma tempo dopo e contro ogni previsione, Andraste ebbe due figlie dal Traditore: Ebris e Vivial. Entrambe furono tenute lontane dagli occhi della gente e fu impedito loro di sposarsi. Tuttavia, ebbero degli amanti. Ebris diede alla luce un figlio, Alli Vemar, che perì in un viaggio verso Denerim, meno di un mese dopo che la madre morì per il morbo, e non ebbe eredi. La figlia più giovane, Vivial, aveva una personalità più controversa: una donna caparbia che sfidò la famiglia innamorandosi di un mago del Tevinter, Regulan. Vivial e Regulan andarono in esilio di propria volontà quando ebbe inizio la Sacra Marcia, e si diedero alla macchia in seguito all'assassinio e al tradimento di Andraste.

Cosa ne fu di Vivial e dei suoi discendenti è pressoché sconosciuto, per un valido motivo: ella diede alla luce solo femmine. E ognuna di loro partorì solo femmine. Si sposarono e presero altri nomi. Nel caos del secondo Flagello, eventuali tracce di sopravvissuti andarono perdute. La vera discendenza di Andraste, ammesso che esista, è rappresentata esclusivamente dai discendenti di Vivial. Il sospetto del mio ordine è che avesse dato alla luce esclusivamente figlie femmine. Pertanto, le affermazioni del vostro giovanotto, signore, sono decisamente sospette.

—Da una lettera di Sorella Galenna dell'Ordine Augusteo, Era del Drago 9:12

Advertisement