Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

I "selvaggi" Chasind hanno vissuto nelle Selve Korcari fin da quando le prime guerre contro gli Alamarri li spinsero a sud, mille anni fa. Secondo la loro tradizione, essi hanno sempre vissuto nella foresta e sono sempre stati in grado di adattarsi rapidamente alla loro nuova casa. La selvaggina e il pesce non mancavano nelle terre paludose, dove i Chasind prosperarono.

Per un certo periodo di tempo, loro e gli Avar, abitanti delle colline, costituirono vere e proprie minacce per i bassopiani settentrionali. L'Impero Tevinter era al suo apice ed era impegnato a respingere le ondate di invasione da sud e da ovest. La fortezza di Ostagar fu costruita specificamente per vigilare sulle orde dei Chasind che si avventuravano a nord oltre la linea degli alberi. Solo dopo che il leggendario guerriero Hafter sconfisse i Chasind nella prima metà dell'Era Divina, fu chiusa la disputa sulla loro capacità di conquistare i bassopiani.

Oggi, i Chasind sono considerati per lo più pacifici, anche se i loro modi restano primitivi, se confrontati ai nostri. Vivono nelle Selve Korcari, all'interno di capanne dall'aspetto bizzarro costruite su palafitte o persino sugli alberi. Si dipingono i volti e sono divisi in piccole tribù controllate da sciamani simili a quelli degli Avar. Molti racconti sostengono che questi sciamani abbiano appreso le loro abilità magiche dalle "Streghe delle Selve", streghe che inspirano tanto terrore quanto rispetto e gratitudine, anche se non ci sono prove definitive della loro esistenza. In particolare il racconto di Flemeth, la più celebre Strega delle Selve, è conosciuto in tutte le tribù.

Anche se non c'è modo di sapere in quanti vivano nelle selve oggigiorno, alcuni viaggiatori che attraversano le foreste dicono di aver visto dei Chasind che cercano un'esistenza nelle gelide terre desolate del sud. Si può supporre che, se i Chasind decidessero di riorganizzarsi, potremmo avere motivo di temerli qui nel Ferelden. Li ignoriamo a nostro rischio e pericolo.


—Tratto da Ferelden: folklore e storia, di Sorella Petrine, studiosa della Chiesa.

Note

  • La traduzione italiana "Avar" in Origins è stata riadattata nell'originale "Avvar" in Inquisition.

Voci collegate

Voce del Codice: Le Selve Korcari Voce del Codice: Le Selve Korcari

Voce del Codice: Ostagar Voce del Codice: Ostagar

Voce del Codice: Gli Avvar Voce del Codice: Gli Avvar

Voce del Codice: Flemeth Voce del Codice: Flemeth

Advertisement