Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Dopo la gloriosa riconquista delle Valli, la capitale elfica restò disabitata e in macerie per lunghi anni diventando un rifugio per banditi, briganti e malfattori di ogni sorta. La terra venne finalmente reclamata nell'Era Sacra quando Alphonse Valmont, il Leone in persona, decise di costruirvi un palazzo in onore delle gesta valorose dei suoi fratelli contro le armate del falso Imperatore Xavier Drakon. Chiamata originariamente Chateau Lion questa sontuosa reggia era stata pensata per ospitare i fratelli dell'imperatore e i rispettivi familiari.

La città di Halamshiral si sviluppò intorno al palazzo. Le prime tracce della sua esistenza risalgono all'Era della Tempesta quando l'Imperatore Cyril conferì il titolo di marchese a Ser Reginald Montclair per "l'amministrazione di Halamshiral".

Una sommossa elfica distrusse Chateau Lion nell'Era Benedetta. A ricostruzione avvenuta l'Imperatore Judicael I lo ribattezzò Palazzo d'Inverno. A differenza di ciò che accadeva in passato, fu abitato dall'imperatore e dai suoi familiari più stretti e non dai rami cadetti della casata Valmont. Divenne così la sede della corte imperiale durante i cupi mesi invernali.

—Un estratto da Storia dell'architettura dell'Orlais, Volume I di Elodie Ferrneau

Advertisement