Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

L'insediamento umano di Gwaren è costruito direttamente sopra un avamposto nanico che aveva lo stesso nome. Prima del primo Flagello, in un tempo in cui il Ferelden non era nemmeno una nazione ma era ancora diviso in tribù di barbari, l'avamposto fungeva da miniera di sale e via per raggiungere le acque dell'Oceano di Amaranthine. Restii a salire in superficie, i nani avevano stabilito un accordo con il teyrn del luogo per costruire un porto, e si affidavano agli umani per trasportare i beni dalle navi alla base sotterrane. Questo rese Gwaren un luogo ricco e florido, per quel tempo.

Quando, nell'Era Divina, i regni nanici caddero per mano della Prole Oscura e le Vie Profonde furono sigillate, i nani scomparvero anche da Gwaren. L'insediamento umano, invidia delle tribù barbare circostanti, fu attaccato e saccheggiato, derubato di ogni ricchezza.

La città rimase, però, e nonostante il suo essere fuori mano continuò a essere un ricca fonte di pesce e legname. Quando il primo insediamento venne liberato da Re Maric e Loghain durante la Ribellione del Ferelden, Gwaren fu assegnato a Loghain, quando questi divenne teyrn nell'Era del Drago, 9:11.

—Tratto da Ferelden: folklore e storia, di Sorella Petrine, studiosa della Chiesa.

Advertisement