Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

"Non ti è richiesto di fare nulla, men che meno avere fede".

La leggenda racconta che, ere fa, Bann Conobar prese in sposa una bella giovane che covava un talento segreto per la magia: Flemeth di Altura Perenne. Per un periodo vissero felici, fino all'arrivo di un giovane poeta, Osen, i cui versi rapirono il cuore della dama.

Chiesero aiuto alle tribù Chasind e si nascosero dall'ira di Conobar nelle Selve, finché non ricevettero la notizia che il bann era in fin di vita: il suo ultimo desiderio era di vedere ancora una volta il viso di Flemeth.

I due amanti fecero ritorno, ma era una trappola. Conobar uccise Osen e imprigionò Flemeth nella torre più alta del castello. Addolorata e incollerita, Flemeth lanciò un incantesimo per evocare in questo mondo uno spirito che scatenasse la vendetta contro suo marito. E vendetta ricevette, ma non come aveva previsto. Lo spirito si impossessò di lei, trasformandola in un abominio. Divenuta una creatura folle e deforme, Flemeth uccise Conobar e tutti i suoi uomini, poi fuggì di nuovo nelle Selve.

Per cento anni Flemeth tramò, rapendo uomini Chasind per generare mostruose figlie: creature orribili che potevano uccidere gli uomini incutendo loro terrore. Queste streghe delle Selve Korcari condussero un esercito di Chasind contro le tribù Alamarri. Vennero sconfitte dall'eroe Cormac, e tutte le streghe furono bruciate. O almeno così si racconta, ma ancora oggi i selvaggi sussurrano che Flemeth viva ancora nelle paludi e, insieme alle proprie figlie, rapisca coloro che si avvicinano troppo.

La madre di Morrigan salvò gli ultimi Custodi Grigi in cima alla Torre di Ishal, ma chi o cosa sia davvero Flemeth resta un mistero.


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Se il Custode adempie alla richiesta della figlia di Flemeth: Fu uccisa per volere di Morrigan. Almeno così pare...
Advertisement