Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Se il Custode è un nano...
Noi siamo i Figli della Pietra. Essa ci sostiene, ci protegge e ci offre i doni più preziosi su tutta la terra. I meritevoli vengono accolti nuovamente nel suo abbraccio una volta morti, diventando antenati. Gli indegni invece vengono cacciati e privati del diritto di riposare in pace, affinché i loro fallimenti non indeboliscano la Pietra.

Così è sin da tempi immemori. Noi viviamo per la Pietra, guidati dagli antenati, che parlano con la voce delle Prove e i cui ricordi sono custoditi per sempre all'interno del lyrium nel Modellatorio.

Noi non accettiamo le promesse vuote del paradiso come fanno gli elfi, né gareggiamo per ottenere il favore di dei assenti. Piuttosto seguiamo le orme dei Campioni, i nostri antenati più illustri, guerrieri, artigiani, comandanti, i massimi esempi di vita vissuta al servizio dei nostri compagni nani. I Campioni si sono uniti alla Pietra in vita e ora sono a guardia del nostro cancello, facendo entrare i fortunati abitanti della superficie che visitano la nostra città. Sappiamo che non esiste onore più grande a cui aspirare, nessuna ricompensa migliore per una vita eccezionale.

—Tratto dal racconto del Modellatore Czibor.


Se il Custode non è un nano...
Il Canto della Luce non è quasi mai riecheggiato nelle sale di Orzammar. Ciò non deve sorprendere, dal momento che, a differenza degli elfi, che si erano letteralmente abbandonati ai loro dei, o degli uomini del Tevinter, che veneravano i draghi, i nani non hanno alcuna divinità.

Anche il concetto di adorazione è sconosciuto a Orzammar. Al contrario, i nani sembrano venerare "la Pietra", il nome con cui definiscono la terra stessa. È una soluzione pratica per un popolo che vive sottoterra, anche se poco fantasiosa.

Per ottenere una guida nelle faccende spirituali essi si rivolgono ai loro antenati. Questi, che si dice siano individui tornati alla Pietra dopo la morte, comunicano i loro pensieri ai viventi attraverso delle brutali Prove. La saggezza collettiva degli antenati è custodita nel Modellatorio, all'interno, pare, dello stesso lyrium.

Sopra gli antenati, e persino più in alto dei re, si trovano i Campioni, nani che hanno compiuto imprese tali da elevarli quasi al rango di divinità. Essi sono rappresentati dalle imponenti figure che sostengono il corridoio che arriva dalla superficie e sono la prima cosa che gli estranei vedono di Orzammar.

—Tratto da Alla ricerca del sapere: i viaggi di uno studioso della Chiesa, di Fratello Genitivi.

Advertisement