Dragon Age Wiki
Advertisement
Il testo seguente si basa su un contenuto rimosso dal gioco che non è stato ancora confermato da alcuna fonte ufficiale. Avviso


Testo del Codice

La mia nuova amica nanica, salroka nella sua lingua, è piuttosto particolare. In passato ho conosciuto altri nani, dato che perfino quelli di Orzammar possono unirsi ai Custodi, ma Ezne è un caso speciale. Parla apertamente della cultura nanica e di casa propria. Non ha neppure la cocciutaggine tipica del suo popolo.

Le ho chiesto della Pietra. Mi ha sempre affascinato il fatto che i nani si considerino suoi figli. Quando le ho chiesto se si potesse tracciare un paragone con Mythal, Ezne ha sorriso e ha iniziato a spiegarmi pazientemente che la Pietra non è una divinità, e neppure un essere in senso stretto. La Pietra è la terra sotto i nostri piedi, la caverna che ci ospita e le pareti rocciose che ci circondano. Lyrium, gemme e piante sotterranee sono i suoi doni per i nani, i quali però non la venerano. O almeno non come mio padre invocava Andruil prima di andare a caccia, o come il Custode Bryland sussurrava il Canto della Luce dopo una battaglia. Tuttavia, ho trovato commovente la profonda deferenza che traspariva dalle sue parole. Forse è proprio l'intangibilità della Pietra a renderla tanto degna di rispetto. In quel momento ho iniziato a capire perché molti nani restano a Orzammar nonostante la minaccia della Prole Oscura.

Eppure Ezne ha scelto di andarsene e mi sono permesso di chiederle il motivo. "I nani sono figli della Pietra, ma io desideravo vedere il cielo", mi ha risposto con un sorriso amaro.

Note

Icona bug Bug! In Dragon Age: Inquisition dovrebbe essere la lettera n° 22 (con tutti i DLC la n° 32), tuttavia non compare in alcun modo come codice. Al suo posto, la lettera n°22 risulta semplicemente vuota.
Advertisement