Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Dovevo ascoltare Darya e limitarmi a fare il mio dovere, a testa bassa. Mi aveva detto che a Karshol non piacciono le domande. Ma ho sempre sentito parlare di Orzammar. Se non fosse stato per mia madre e il suo vizio per il gioco d'azzardo, sarei cresciuto laggiù. La divisione del nostro popolo è più grande della distanza che separa Orzammar dalla superficie. Darya mi aveva messo in guardia: perfino gli straccioni si sentono superiori agli osservanuvole come me.

Nascere in superficie non è stata una mia scelta. Non so neppure cosa sia la sensibilità alla Pietra. Per questo mi incuriosisce così tanto. In superficie se ne parla come se fosse una specie di magia. Si dice che la Pietra guidi i suoi figli fino alle vene di lyrium, che li protegga dai crolli e che sussurri alle madri incinte il destino dei futuri nascituri. Secondo Karshol, la vera natura della sensibilità alla Pietra è molto più mondana. È vero che i minatori possono udire il flebile canto del lyrium, ma nessuno ha mai parlato con la Pietra. Si tratta, più che altro, di un legame grazie al quale riescono a percepire un passaggio prima di raggiungerlo, o ad attraversare le Vie Profonde senza il rischio di smarrirsi per sempre.

La mia delusione deve essere stata evidente. Dopo avermi chiesto se avevo altre domande, Karshol mi ha colpito così forte da rompermi il naso.

È stato un viaggio a vuoto.

Advertisement