Dragon Age Wiki
Advertisement


Il diario del guerriero Dailan di Kal'Hirol

2 Pluitanis: Altri thaig meridionali sono caduti. I Thaig Varen e Kal'Barosh sono stati sopraffatti. Quattromila vite spezzate. I prole oscura sono quasi alle porte di Kal'Hirol. La fortezza dev'essere evacuata.

4 Pluitanis: Ci sarà un esodo verso Orzammar. Molti nobili sono sgomenti: Orzammar, città commerciale, è così vicina alla superficie. Temono di perdere la loro affinità con la pietra per colpa dei vapori della superficie... un'idea ridicola. Ma Orzammar è la più facile da difendere.

7 Pluitanis: Gli esploratori hanno avvistato l'orda. È enorme. Per sfuggire ai prole oscura, i comandanti dicono che dovremo lasciare indietro tutto ciò che non è essenziale.

7 Pluitanis (appendice): Mi sono offerto volontario per restare indietro con un contingente di uomini. Rallenteremo i prole oscura, in modo che gli altri possano scappare. Che gli antenati abbiano pietà di noi.

9 Pluitanis: I senzacasta sono ancora qui, dimenticati nel panico. Sono ben 500. Se potessi convincerne anche solo la metà a combattere, sarebbero un esercito.

10 Pluitanis: Duecento uomini e donne. Gli antenati hanno stabilito che 200 sono abbastanza.

15 Pluitanis: I prole oscura ci hanno spinti fino alla fortezza interna. Solo un pugno di uomini sopravvive, ma li abbiamo fermati qui per cinque giorni. Non avremmo mai potuto farcela senza l'aiuto dei senzacasta... No, non senzacasta. Chiamarli "senzacasta" sarebbe un errore. Il loro sacrificio non dev'essere dimenticato.

Advertisement