Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Maliphant ha tenuto diversi diari. Questo risale ai tempi in cui era un sergente dell'esercito imperiale.

La morte di Laurent continua a perseguitarmi. L'uomo che l'ha uccisa, uno dei soldati dell'usurpatore, mi era familiare. Forse una volta abbiamo addirittura bevuto insieme. Suppongo sia normale nelle lotte fratricide come questa.

I sacerdoti mi dicono di ricordare la vita di Laurent, non la sua morte. Così la mia mente torna agli ultimi anni, alle innumerevoli volte in cui mi ha salvato la vita. E al giorno del nostro primo incontro, quando ero una giovane recluta che quasi se la faceva addosso quando lei sbraitava i suoi ordini. Grazie a lei, sviluppai controllo e disciplina. Mi rese orgoglioso di ciò che facevo. Mi insegnò l'arte della spada. Ma, soprattutto, mi insegnò a tenerla nel fodero.

Era impavida. Forte. Regale. Ed è stata uccisa come una semplice popolana da qualcuno che forse conoscevamo. Celene si ricorderà di lei? Almeno qualcuno se ne ricorderà?

Qualche pagina dopo:

Un nuovo soldato si è aggiunto al nostro battaglione: Gordian. Tipo strano, con un accento che non riesco a distinguere. Pare abbia trascorso diverso tempo nei Liberi Confini, ma poco importa. Gli sono riconoscente per avermi ascoltato parlare dei nostri caduti. Anche lui ha perso degli amici nella guerra di Celene. Ed è stanco, come tutti noi. Ha detto una cosa molto saggia: "Senza soldati, non esistono guerre". Se ci rifiutassimo di combattere, l'imperatrice non potrebbe muovere guerra a nessuno.

L'Orlais deve appartenere agli orlesiani.

───────

Maliphant ha tenuto diversi diari. In questo racconta la nascita degli Uomini Liberi delle Valli.

Io e Auguste abbiamo creato degli avamposti alle Tombe di Smeraldo e informato entrambe le fazioni. Ne ho abbastanza di veder morire ottimi orlesiani e orlesiane per una causa altrui. Questa storia deve finire. Orlais deve appartenere a noi, al popolo che ne difende i confini e ne coltiva i campi. Se dobbiamo combattere e uccidere, che sia per questo e null'altro.

Qualche pagina dopo:

I templari ci hanno contattati. Non sono l'ordine che ricordavo e hanno offerto armi e denaro se li aiuteremo a portare i loro rifornimenti attraverso le Tombe di Smeraldo. Dobbiamo accettare o le Valli non saranno mai libere dal giogo della nobiltà. È un patto con il diavolo, me ne rendo conto, ma la causa viene prima di tutto.

───────

Maliphant ha tenuto diversi diari. Questo sembra piuttosto recente.

Non so più cosa stiamo facendo. All'inizio, i nostri cuori erano puri. Mi chiedo se abbiamo smarrito la via. I templari sono... spaventosi. Parlare con il loro alto-capitano mi mette terribilmente a disagio. Il suo sguardo, la sua voce... mi turbano oltre ogni dire. Continuano a proporci altri carichi da proteggere, altri uomini da scortare alle loro fortezze. Io non...

No.

Inutile lamentarsi. Non devo mostrare alcuna incertezza. Gli altri dipendono da me: devo farmi forza e continuare a ispirarli. Un ultimo sforzo e otterremo ciò che vogliamo. Saremo liberi.

Advertisement