Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Di solito Halvor arriva intorno al Tramonto dell'Inverno, ma il recente brutto tempo mi aveva impedito di andare a cercarlo. Ecco perché sono trasalito udendo la sua voce risuonare al mercato:

"Abitante del bassopiano! Avevi promesso di pagarmi da bere. E anche da mangiare. O rinneghi tutto?"

Ero tentato di rimangiarmi la parola, ma quella sera ho pagato volentieri il conto alla locanda. Halvor mi ha raccontato dei suoi commerci con un villaggio Avvar della Conca Gelida, alzando un sopracciglio quando ha notato la mia espressione. Così gli ho detto delle storie che lo zio ci narrava da piccoli, quelle sui coraggiosi esploratori che si perdevano in luoghi come l'Accesso Occidentale, le Paludi Nahashin e... la Conca Gelida, per l'appunto. Halvor è scoppiato a ridere, però ha ammesso che non è certo un bel posto. Mi ha parlato di fitte foreste, sicuramente più grandi di quelle che conosco, e di oscure paludi. Pare si fosse avventurato in queste terre seguendo una sola regola: "Sii prudente, perché qui tutto può ucciderti". Le creature locali sono aggressive, i dirupi scoscesi e gli dei piuttosto esigenti (qui si riferiva alle divinità Avvar). Però si caccia bene, i commerci sono floridi e il villaggio Avvar è qualcosa di unico.

"È vero che molta gente scompare nella foresta?", gli ho chiesto.

"Dei pochi abitanti del bassopiano che vi giungono, non so in quanti ripartano." Scherzava, ovviamente, ma per sicurezza resterò alla larga da quel villaggio.

—Lettera di un mercante fereldiano a un cugino di Altura Perenne


Risorse trovate qui: Radice elfica, Embrium, Funghi delle profondità, Felandaris, Benedizione arborea, Everite, Silverite.

Advertisement