Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Oltre i confini del Ferelden, la città di Amaranthine è ormai sinonimo dell'omonima arlea, ma prima dell'invasione orlesiana era soltanto un modesto villaggio di pescatori, nonostante l'ampio porto adatto al commercio. A quei tempi, pochi regni erano disposti a commerciare con i "barbari" del Ferelden.

La città cambiò rapidamente con l'arrivo degli orlesiani, i quali costruirono porti temporanei per accogliere le navi cariche di cadetti. Per un certo periodo, Amaranthine fu la capitale del Ferelden occupato. Il bann di Amaranthine divenne uno dei nobili più ricchi del regno, poiché dal suo porto stracolmo passavano beni come la lana.

Durante la liberazione, gli orlesiani in fuga saccheggiarono la città ma la lasciarono illesa, permettendole di riprendersi presto. Ironicamente, l'attuale prosperità di Amaranthine è il retaggio dell'occupazione orlesiana. Tuttavia, non dichiaratelo mai in pubblico.

—Tratto da Annali del Ferelden Settentrionale, di Fratello Bedine, studioso della Chiesa

Advertisement