Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Giungemmo dal mare. Le navi da guerra conquistarono Par Vollen in un attimo. Poi marciammo attraverso le terre del Seheron, di Rivain e dell'Impero Tevinter. Il nostro viddathari era convinto che Minrathous, la capitale del Tevinter, fosse inespugnabile. In effetti non cadde, ma le sue mura furono dilaniate dall'acciaio e dal fuoco di baqoun. Il Tevinter vide ciò che si ottiene con la disciplina.

I bas ci chiamarono conquistatori quando invece donammo loro uno scopo. Si può parlare di "conquista" quando noi tamassran insegniamo a leggere e a scrivere, o quando una terra incolta viene bonificata?

Senza la certezza del Qun, non può esserci ragione. I bas lanciarono tre controffensive, spingendosi fino ad Antiva e Rivain. I kabethari, che si stavano ancora adattando al Qun, furono i più colpiti. Gli stessi che i bas cercavano di "liberare". Le terre bruciavano, e i bas continuavano a chiamarci "selvaggi".

Tali atti folli e ipocriti meritavano una risposta diversa. Così firmammo i trattati dei bas per metterli a tacere, e ce ne andammo.

Torneremo. La pazienza è la manifestazione dell'autocontrollo. Mentre i bas sono impegnati a farsi la guerra, noi ci prepariamo. Cosa sono pochi anni d'attesa, rispetto alle richieste del Qun?

—Precetti di una tamassran, recuperati e tradotti

Advertisement