Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Gli uomini-bue non uccidono i loro prigionieri. Il Qun aborrisce lo spreco, e una persona è merce preziosa. Invece della morte, ci ritrovammo in un campo di lavoro gestito dai Ben-Hassrath. Ci chiamavano "kabethari", i semplici, e fu lì che venimmo indottrinati al Qun.

Gli alloggi non erano quelli della Locanda Nazionale di Minrathous, ma non mi aspettavo che lo fossero. Il nostro dormitorio veniva tenuto immacolato, e ricevevamo tre pasti al giorno, consistenti in un porridge insapore ma nutriente. Erano anche disponibili acqua e un forte té non zuccherato.

Sia maschi sia femmine vengono scelti per unirsi ai Ben-Hassrath, il che mi sembrò insolito: avevo sempre sentito dire che i qunari distinguevano i lavori da uomo da quelli da donna. Tuttavia, ripensandoci bene, forse ha senso... I Ben-Hassrath sono responsabili della "rieducazione" e dell'assimilazione dei popoli conquistati, e, secondo la mia esperienza, uomini e donne si relazionano meglio con i membri del proprio sesso. Pertanto, era prudente scegliere donne per la rieducazione di donne e bambini, e uomini per quella degli uomini.

A loro merito, bisogna ammettere che i Ben-Hassrath non furono mai crudeli. Erano sempre ragionevoli, anche se incrollabili. Io stetti al gioco, ripetendo ciò che mi insegnavano ma conservando nel cuore la verità con cui ero stato cresciuto.

Altri non furono così furbi: alcuni membri del mio plotone resistettero all'indottrinamento, rifiutandosi di fingere. I Ben-Hassrath vedono la ribellione e il malcontento come una malattia che può essere curata, e portarono questi uomini ai "viddathlok", i templi dediti alla guarigione e al recupero.

Non vedemmo mai più quelle persone. Posso solo immaginare che la "cura" non abbia funzionato.

—Tratto dai ricordi di un soldato imperiale catturato in mare

Advertisement