Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Aveline era figlia di un contadino orlesiano che viveva nei pressi della città di Halamshiral nella prima metà dell'Era della Tempesta. Era una bambina grassa e brutta, e suo padre avrebbe voluto che fosse un maschio. Poiché un'altra bocca da sfamare sarebbe stata d'impaccio, Aveline fu lasciata nei boschi a morire. Ma un gruppo nomade di elfi dalish trovò la bambina in lacrime

Gli elfi la presero nel loro clan e la crebbero come se fosse loro. Le insegnarono l'arte del tiro con l'arco, del duello e le tecniche di sopravvivenza. Da adulta diventò più robusta e più forte della maggior parte delle donne, soprattutto di quelle elfiche. I suoi genitori adottivi sapevano che era un'abile guerriera, così la spronarono a partecipare a un torneo tenuto dagli umani nei pressi di Montsimmard. Ma alle donne non era permesso ottenere il cavalierato, né di gareggiare in un torneo, così Aveline si iscrisse fingendosi uomo. Il suo clan le forgiò un'armatura con un elmo integrale e una spada di legnoferro di prima scelta.

Aveline partecipò sostenendo di essere un cavaliere di Antiva. Si rifiutò di togliersi l'elmo, anche durante la gara con l'arco. E, come era prevedibile, ebbe la meglio su molti combattenti, finché nella grande sfida corpo a corpo affrontò Kaleva, un cavaliere al servizio dell'imperatore, considerato il migliore di tutta la nazione.

Kaleva era determinato a non farsi battere, così colpì con forza e velocità. Aveline parava ogni colpo, e il cavaliere cominciò a sentirsi frustrato. Alla fine, colto dalla disperazione, fece inciampare Aveline, gettandola a terra. Il colpo le tolse l'elmo e Kaleva provò una grande vergogna. Chiese che l'incontro venisse annullato, ma la folla lo dileggiò. Incollerito, Kaleva uccise Aveline mentre giaceva a terra indifesa.

Anche il Principe Celestin, figlio dell'imperatore, aveva partecipato al torneo. Anche lui era stato sconfitto da Aveline, ma riconobbe le sue abilità e il suo coraggio e fu molto rattristato dalla sua morte. Quando fu nominato imperatore, nell'Era della Tempesta, 7:44, Celestin abolì la legge che a Orlais impediva alle donne di diventare cavalieri, e conferì questo titolo postumo ad Aveline. Anche se le donne cavalieri a Orlais sono ancora piuttosto rare, quelle che lo diventano considerano Ser Aveline come la propria patrona.

—"Aveline, cavaliere di Orlais", di Lord Francois Maigny, 8:4 Era Benedetta.

Note

  • Voce console (richiede getsetplotflag): cod_bks_aveline 0 1

Curiosità

  • Ser Aveline è l'omonimo di Aveline Vallen.
  • Molti oggetti realizzati a Orlais sembrano essere attribuiti a Ser Aveline anche se non li ha mai usati.
  • Leliana potrebbe narrare la storia di Aveline al Custode, se viene reclutata e le viene chiesto di condividere alcune storie.
Advertisement