Dragon Age Wiki
Advertisement


Sulle navi di terra dei dalish

Se il Custode è un dalish...

"Noi siamo i dalish: guardiani della tradizione perduta, marciamo su sentieri solitari, e mai più saremo sottomessi".
—Il Giuramento delle Valli

Una volta qualcuno mi disse che gli umani fuggono, quando scorgono le vele dei nostri aravel volare sopra le cime degli alberi. Io dico, bene, che fuggano. Gli umani ci hanno portato via tutto quanto: la terra natale, la libertà, l'immortalità. Che cosa sarà mai un po' di paura in confronto a tutti gli orrori che ci hanno inflitto? Ogni giorno, quando vado a dormire e quando mi sveglio, recito il Giuramento delle Valli: "Mai più saremo sottomessi". Mai più.

Il guardiano dice che un giorno i dalish troveranno una nuova casa. Ma perché? Perché dovremmo legarci a costruzioni di pietra, come gli umani e i nani? Cosa c'è di sbagliato nella vita che conduciamo ora? Non dobbiamo nulla a nessuno, siamo padroni di noi stessi, e andiamo dove gli halla e gli dei scelgono di condurci. Non c'è nulla di più bello che starsene seduti su un aravel che vola attraverso la foresta, tirato dal nostro halla. Per la prima volta nella storia della nostra gente, siamo davvero liberi. Perché dovremmo cambiare?

—Dal diario di Taniel, cacciatore del clan.


Se il Custode non è un dalish...
I dalish, che si spostano in piccoli gruppi di parenti, viaggiano su ornati carri conosciuti come aravel, trainati da grandi cervi bianchi chiamati halla. Gli aravel sono uno spettacolo unico, dalle curvature decise e adornati con ampi teloni e luminosi manti di seta scossi dal vento, su cui spesso è intessuto lo stemma della famiglia nobile. La maggior parte degli umani chiamano gli aravel "navi di terra", poiché in condizioni di vento forte può sembrare che gli elfi viaggino su lunghe navi dotate di alte vele per annunciare il loro arrivo (o avvisare gli altri di scappare). Gli halla sono unici per gli elfi, ma qualunque allevatore li considera scontrosi e quasi impossibili da addomesticare. I dalish li considerano animali nobili, superiori persino al cavallo. Sicuramente la maggior parte degli umani converrebbe nel dire che gli halla sono belli quanto gli elfi. Il fatto che molti nobili mettano delle taglie sulle corna degli halla che riescono a entrare nel Tevinter è un affronto che i dalish trovano imperdonabile.

Pochi tra noi possono sostenere di aver visto le navi di terra dei dalish da vicino. Qualunque umano le scorga all'orizzonte sa che gli conviene cambiare strada. Sono pochi i clan dei dalish che tollerano le intrusioni degli umani nei loro accampamenti, e parecchi sono i racconti in cui umani attaccabrighe si sono ritrovati trafitti dalle frecce dei dalish.

—Tratto da Alla ricerca del sapere: i viaggi di uno studioso della Chiesa, di Fratello Genitivi.

Voci collegate

Voce del Codice: Halla Voce del Codice: Halla

Advertisement