Dragon Age Wiki
Advertisement


Testo del Codice

Andraste, Nostra Dama, spada e fiamma contro il Tevinter. Tradita in cambio di un regno. Maferath, ora sinonimo di tradimento. Ma se Andraste avesse vinto oppure no, noi cosa avremmo perso? Non guardiamo solo allo svolgersi delle cose, ma anche al motivo di esse.

Mentre gli eserciti della fede penetravano nelle terre imperiali, il risultato non fu un'ondata, ma una freccia. Come qualsiasi cacciatore potrà confermare, se la mira non è salda, meglio lasciare perdere l'arco. Consideriamo questo: in che misura la vittoria della Nostra Dama era contro il vero Impero e in che misura contro i suoi echi? Andraste potrebbe non averlo considerato. Ma il Generale Maferath lottò per il territorio, non per delle visioni. Il suo tradimento tenne a bada la vittoria o la sconfitta?

Fu Maferath a stringere l'accordo che uccise la Nostra Dama. Questo è un fatto. E quando Andraste morì, a Maferath fu donato tutto il sud. Quanta generosità e altrettante difficoltà. Consideriamo Maferath e l'eredità che egli divise tra i suoi figli non con l'occhio degli accusatori, ma con quello degli strateghi. Poiché egli doveva saperlo che i soli rivali non avevano mai fermato il Tevinter. E se egli avesse legittimato dei nobili e nessuno di questi fosse stato per caso?

Come sarebbe stata la vita di Isorath, Evrion e Verald?

—Tratto da "Antieroi: letture nel tristo cuore del cambiamento", archiviato da Philliam il Bardo

Voci collegate

Voce del Codice: Antieroi: divisione e distanza Voce del Codice: Antieroi: divisione e distanza

Voce del Codice: Antieroi: la morte della diversità Voce del Codice: Antieroi: la morte della diversità

Voce del Codice: Una storia di antieroi Voce del Codice: Una storia di antieroi

Advertisement