Dragon Age Wiki
Advertisement
Io sono gli occhi e le orecchie del popolo qunari. Pensi di potermi ingannare?

Viddasala (lett. "colei che converte lo scopo") è un membro anziano del clero dei qunari e co-leader dei Ben-Hassrath.

Background[]

La sacerdotessa nota come Viddasala è uno dei tre leader dei Ben-Hassrath, che presiede il ramo il cui nome si traduce in "Finalità pericolosa". È specializzata nel trovare, studiare e fermare la magia, in particolare quella presente negli oggetti. La Viddasala si occupa anche della conversione degli stranieri e della rieducazione dei dissidenti qunari. Vede il mondo come sommerso dai caotici pericoli della magia e fa tutto il necessario per fermarla, indipendentemente dal costo.

Coinvolgimento[]


Questa sezione contiene spoiler per:
il DLC Intruso.
Clicca per rivelare.

Nel 9:44 Era del Drago, la Viddasala è incaricato di supervisionare la cospirazione del Soffio del Drago, un complotto per uccidere simultaneamente la maggior parte dei capi del Thedas meridionale, rendendo il sud vulnerabile all'occupazione e alla conversione dei qunari. La cattura da parte dei Ben-Hassrath di un alto drago, l'Ataashi, permise loro di produrre gaatlok, la polvere esplosiva dei qunari, su una scala precedentemente irraggiungibile. I Ben-Hassrath riuscirono anche ad attivare una porzione della rete degli Eluvian, il metodo magico di trasporto istantaneo dall'antica Elvhenan.

La scoperta di un guerriero qunari morto dell'Antaam nel Palazzo d'Inverno porta l'Inquisitore a scoprire la rete di Eluvian e alla fine a viaggiare nelle Vie Profonde nel corso delle sue indagini. Lì l'Inquisitore incontra Jerran, un ex templare e ora un viddathari, che spiega loro che la Viddasala è colei che sta dietro il complotto dei qunari. Se Jerran viene risparmiato, gli ordini della Viddasala di catturarlo e rieducarlo possono essere trovati su un cadavere di Ben-Hassrath.

Più tardi, al Palazzo d'Inverno, l'Inquisitore scopre che dei barili di gaatlok sono stati introdotti di nascosto al suo interno su ordine della Viddasala. L'Inquisitore lascia che sia Leliana a garantire la rimozione sicura degli esplosivi e parte all'inseguimento della Viddasala.

Viddasala e l'Inquisitore si incontrano finalmente di persona nei pressi della biblioteca distrutta. Viddasala spiega che i qunari vedono nell'incapacità di frenare la magia la ragione del caos nel sud. Alla vista del Varco, decisero di intervenire e rimuovere i capi convertendo il resto della popolazione al Qun. Prima di partire, Viddasala menziona un agente di Fen'Harel che stava disturbando i loro piani e avverte l'Inquistore che pagherà per la loro alleanza con il dio degli elfi. Viddasala scatena il resto del karataam che ha portato con sé per tentare di uccidere l'Inquisitore e i suoi compagni. Uno spirito archivista dice all'Inquisitore che Viddasala è andata nel Darvaarad.

L'Inquisitore opera un'incursione nel Darvaarad per svelare una volta per tutte la cospirazione dei qunari. All'interno scoprono l'Ataashi e si rendono conto che l'alto drago è la fonte dell'aumento delle scorte di gaatlok. Viddasala incontra di nuovo l'Inquisitore proprio all'interno della fabbrica e ordina alle sue truppe di attaccarli. Quindi dice a Hissrad di attaccare l'Inquisitore. A seconda della risoluzione delle Richieste del Qun, Hissrad si rivolterà contro l'Inquisitore o si rifiuterà prontamente di eseguire l'ordine.

Mentre l'Inquisitore si occupa di Ataashi, la Viddasala e le sue truppe si preparano a fuggire tramite un Eluvian. L'Inquisitore riesce a raggiungere la Viddasala appena prima che passi attraverso lo specchio, dove la Viddasala li rimprovera nuovamente di essere una pedina di Fen'Harel. Quando l'Inquisitore nega nuovamente di essere un servitore del dio elfico, Viddasala si rende conto che anche l'Inquisitore è stato ingannato e fa alcune rivelazioni: Solas è l'agente di Fen'Harel, ha dato la sfera a Corypheus e ha spinto un qunari morente nel Palazzo d'Inverno per permettere all'Inquisizione di trovarlo, avvisandoli del Soffio del Drago. Viddasala promette di uccidere Solas e scompare attraverso lo specchio.

L'Inquisitore la segue in alcune rovine elfiche; tuttavia, la Viddasala fugge più in profondità nelle rovine, lasciando dietro di sé quante più forze possibile per ritardare l'Inquisitore. In un santuario dedicato al Temibile Lupo, Viddasala scatena la sua saarebas personale, Saarath, per uccidere l'Inquisitore. Tuttavia, nel corso dello scontro Saarath riesce a liberarsi dal guinzaglio e fugge. Viddasala fugge di nuovo per inseguire Solas, prima che l'Inquisitore riesca a mettere all'angolo la Viddasala all'interno di un cortile appartato a nord del santuario. Viddasala proclama che l'anima dell'Inquisitore è polvere e fugge attraverso gli Eluvian con un altro karataam di qunari, mentre Saarath attacca il gruppo dell'Inquisitore.

Quando i saarebas vengono sconfitti, l'Inquisitore entra nell'Eluvian solo per trovare le forze qunari trasformate in pietra. L'Inquisitore scopre la Viddasala in uno scontro con Solas, che consiglia a Viddasala di andarsene e di non disturbarlo ulteriormente. Mentre invece si prepara ad attaccare, Solas la pietrifica con un solo pensiero.

Missioni[]

missionedaimissionedai Intruso

Voci del Codice[]

Voce del Codice: Viddasala Voce del Codice: Viddasala

Voce del Codice: Il rischio dei saarebas Voce del Codice: Il rischio dei saarebas

Voce del Codice: Lettere e risposte Voce del Codice: Lettere e risposte

Documenti[]

notanota Ordini

Curiosità[]

  • La Viddasala è il primo personaggio principale di genere femminile della razza qunari in uno qualsiasi dei giochi, senza contare il potenziale Inquisitore Qunari.
Advertisement