Dragon Age Wiki
Advertisement
Sono diversa, ma pur sempre un Modellatore.

Il Modellatore Valta è una ricercatrice sul campo del Modellatorio di Orzammar. È una compagna temporanea durante il DLC The Descent, La discesa.

Background[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Inquisition.
Clicca per rivelare.

Valta proviene da una famiglia molto rispettata della casta dei fabbri[1] ed è nata con un acuto senso della Pietra richiesto ai Modellatori. Ma è stata la sua passione per la storia a guadagnarle il titolo. Da bambina, Valta trascinava suo padre al Modellatorio solo per guardare i libri.

Come Modellatore, Valta registrava i Ricordi nel lyrium. Nel 9:39 Era del Drago, si rifiutò di cancellare un documento ufficiale nonostante l'ordine dei suoi superiori. Se Bhelen fosse stato incoronato re, il record in questione avrebbe legato il suo amico d'infanzia al karta; se Harrowmont fosse stato invece incoronato, la documentazione riguardava i legami di suo cugino con il karta. Questo rifiuto le costò caro, poiché fu retrocessa e mandata a lavorare sul campo nelle Vie Profonde. La sua sicurezza era affidata al luogotenente della Legione dei Morti, Renn. Valta si separò da suo padre in cattivi rapporti. Da allora non ha più visitato Orzammar, anche se riceve aggiornamenti.

Col senno di poi, considera banali i dettagli che l'hanno portata a retrocedere e che l'abuso dei Ricordi per scopi politici è un evento comune. Nonostante ciò, crede ancora che solo le persone al potere siano corrotte, non le istituzioni stesse come il Modellatorio.

Nel 9:41, Valta ha trovato un testo sui Titani precedente al primo Flagello. Desiderosa di risolvere il mistero dietro i terremoti, nel 9:42 si unisce agli sforzi dell'Inquisitore per fermarli durante la missione La discesa.

Valta ha profondamente a cuore Renn. Quando a Orzammar iniziarono le rivolte per il cibo, si assicurò che la sua famiglia fosse al sicuro.

Coinvolgimento[]


Questa sezione contiene spoiler per:
Dragon Age: Inquisition.
Clicca per rivelare.

Guidata dal suo senso della Pietra, Valta mostra all'Inquisitore e alla sua squadra la strada attraverso le Vie Profonde e le caverne naturali fino alla fonte del ritmo insistente che può sentire nei tremori della terra. Quando Renn viene ucciso da uno Sha-Brytol, Valta è notevolmente scossa.

Alla fine, durante la battaglia contro il Guardiano del cuore titanico, viene colpita dal lyrium grezzo. Dice che la canzone era diventata troppo forte e la supplica di fermarsi, poi colpisce l'Inquisitore con una forza che quest'ultimo ritiene magica se il vantaggio "Conoscenze arcane" è sbloccato. Riacquistando i sensi, Valta assicura all'Inquisitore che ha il controllo e che il ritmo è svanito, lasciando solo il canto. Rivela che il Titano l'ha riconosciuta da bambina e si è connesso con lei, rendendola "pura". Valta insiste per restare alla Fonte. A Varric l'idea non piace molto, Dorian e Blackwall non ci vedono nulla di sbagliato, mentre Cole dice che lei "canta, sospira, scivola nel silenzio" e che lì può guarire. Prima di separarsi, Valta chiede all'Inquisitore di dire la verità al Modellatorio: non si sa cosa sia veramente successo con Valta.

Tre pagine del diario personale di Valta vengono successivamente ritrovate a Skyhold, anche se il modo in cui sono arrivate lì rimane un mistero. Scrive che dopo essere stata colpita è rimasta "abbracciata nella sua calda luce", come se tornasse alla Pietra. Ora il sangue del Titano scorre attraverso di lei, e la sua canzone racconta i tempi prima che i Titani cadessero e "il popolo nanico si dividesse". Non dorme più. Valta si sente potenziata dal dono di modellare la pietra e nota che gli Sha-Brytol la amano e la temono, perduti e fuorviati come sono. Tentarono anche di farle un'offerta della loro armatura, ma lei richiamò Renn e rifiutò il dono.

Si sente un grido solitario sopra le caverne del Titano, ma la squadra inviata per indagare sulla questione riferisce che Valta non si trova da nessuna parte e che anche il corpo di Renn è scomparso. Inoltre, l'ingresso stesso della Fonte è ora nascosto e i tentativi di scavare nella roccia provocano solo la rottura di strumenti.

Missioni[]

missionedaimissionedai La discesa
missionedaimissionedai Un grido nel buio

Voci del Codice[]

Voce del Codice: L'eterna battaglia contro la Prole Oscura Voce del Codice: L'eterna battaglia contro la Prole Oscura

Voce del Codice: Il Guardiano Voce del Codice: Il Guardiano

Voce del Codice: Un promemoria su Orzammar Voce del Codice: Un promemoria su Orzammar

Voce del Codice: Sha-brytol Voce del Codice: Sha-brytol

Voce del Codice: Modellatore Valta Voce del Codice: Modellatore Valta

Voce del Codice: Titani Voce del Codice: Titani

Curiosità[]

  • Un Inquisitore Nano può chiedere a Valta i dettagli dell'esilio della Casata Cadash.
  • Rivela che trasporta tomi del Modellatorio durante la sua ricerca sul campo che sono stati danneggiati e il suo superiore, Czibor, non ne sarà molto contento.
  • Valta è soprannominata "Scribacchina" da Varric. BioWare potrebbe averla chiamata così in riferimento al soprannome dei fan di Josephine Montilyet prima della rivelazione del nome dell'ambasciatrice.
  • Sebbene esprima interesse nello studio dei componenti e delle armi frantumatrici rimanenti una volta terminata la missione, non c'è modo di dargliele anche se l'Inquisitore recuperasse più componenti e/o armi di quanto ne avesse usati.

Riferimenti[]

Advertisement