Dragon Age Wiki
Advertisement

"I bann non si piegheranno al vostro volere solo perché glie lo ordinate!"


Teagan Guerrin (nato nell'8:91 Era Benedetta) è il bann di Rainesfere. Egli è fratello di Arle Eamon Guerrin e di Rowan, la defunta regina del Ferelden. Questo fa di lui lo zio di Re Cailan Theirin.

Background

Teagan nacque probabilmente a Redcliffe, nell'8:91 Era Benedetta[1]. Quando Teagan aveva appena due anni, i suoi genitori decisero di spedire lui e Eamon lontano dal Ferelden, così che il padre poté annunciare pubblicamente il suo supporto per la Regina Ribelle senza metterli in pericolo. La madre Arlessa Marina li portò da sua sorella maggiore Thalia Aurum, a quei tempi la governatrice Margravine di Ansburg. I fratelli viaggiarono verso Denerim con la loro madre e salparono in una nave diretti a Wycome. Ma durante il viaggio nel Mare del Risveglio, Marina si ammalò gravemente. Da Wycome presero una carrozza per Ansburg, ma era troppo tardi per l'arlessa: morì il giorno dopo aver raggiunto la casa di famiglia. Dopo la morte della madre, Teagan e Eamon vennero cresciuti dai loro zii, che li trattarono come se fossero stati loro figli. In particolare, Teagan crebbe molto legato a suo cugino Cador, e la coppia divenne subito nota come un "disturbo" per gli abitanti della fortezza. Quando Arle Rendorn venne ucciso durante la battaglia dei Colli Occidentali nell'8:99 Era Benedetta, Thalia e suo marito adottarono legalmente Eamon e Teagan.

Eamon ritornò a Redcliffe nel 9:02 Era del Drago per prendere il titolo di arle, mentre Teagan rimase ad Ansburg. La sua più grande ambizione della vita era di partecipare al Gran Torneo. Era già un eccellente cavallerizzo, e i suoi istruttori di combattimento credevano che avesse del potenziale per poter rappresentare, un giorno, Ansburg al Gran Torneo. Al suo diciottesimo complanno, poche settimane prima della partecipazione al torneo di Porto Brullo con i suoi cugini Percival e Cador, Eamon glì spedì una lettera chiedendogli di ritornare e governare il bann di Rainesfere. Inizialmente Teagan voleva rifiutare, ma Thalia lo convinse a viaggiare verso il Ferelden quantomeno per dirlo di persona a suo fratello. Si incontrò con Eamon e la sua nuova moglie a Denerim, e fecero un viaggio insieme per Redcliffe. Quando raggiunsero il Lago Calenhad, Teagan aveva accettato di diventare il bann di Rainesfere. Nonostante le sue nuove responsabilità, Teagan tornò in visita ad Ansburg ogni anno per visitare la sua famiglia.[2]

Coinvolgimento

Dragon Age: Origins


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Subito dopo la battaglia di Ostagar, Teagan viene mostrato contro Loghain Mac Tir all'Incontro dei Popoli, molto sospettoso della ritirata di Loghain dallo scontro a Ostagar. Sembra che lui sia l'istigatore originale della resistenza dei bann contro la reggenza di Loghain, e spegne le rassicurazioni della Regina Anora.

Quando il Custode e il suo gruppo arrivano a Redcliffe, trovano la città assediata dai non morti, e Arle Eamon chiuso nel suo castello gravemente malato, senza aver ricevuto alcuna parola dal suo interno. Bann Teagan è attualmente in carica a difesa del villaggio, e supplica il Custode e Alistair (se è presente) di aiutarli a difendere la città: il Custode può accettare o rifiutare. Se il Custode accetta, Teagan risponderà ad ogni domanda e lo indirizzerà al Sindaco Murdock e al cavaliere Ser Perth.

Dopo la battaglia, Teagan interviene con un discorso in celebrazione della vittoria, dopodiché chiederà al Custode di incontrarlo presso il mulino a vento del villaggio per la loro prossima mossa. Egli rivela che vi è un passaggio segreto al suo interno, e non l'ha menzionato prima perché voleva ricevere aiuto per la battaglia. In quel momento Arlessa Isolde spunta all'improvviso dai cancelli del castello, e corre giù per la collina, scioccando Teagan. Ella insiste nel chiedere a Teagan di tornare al castello con lei da solo per aiutare suo figlio Connor, parlando di un "terribile male" presente nel castello e che si cela dietro questi attacchi. Teagan porge al Custode il suo anello Sigillo, così che possano aprire il passaggio segreto e infiltrarsi nel castello mentre lui creerà una distrazione.

Viene fuori che Connor è posseduto da un demone del desiderio, che incanta Bann Teagan. Quando il Custode confronta Connor, scoppia una rissa con gli stregati Teagan e le guardie del castello. Dopo lo scontro, Teagan riprende conoscenza e richiama Jowan, che parla di un rituale del sangue per spedire un mago nell'Oblio e attaccare il demone che controlla Connor (a meno che quando lo si incontra nelle celle non si decide di permettere a Jowan di scappare via, in quel caso sarà Morrigan a menzionare il rituale se presente nel gruppo). Dopo che il Custode affronta il demone (in un modo o nell'altro), Teagan rimane a controllare l'arlea intanto che Eamon rimane in coma.

Una volta che l'Urna delle Sacre Ceneri viene trovata, e Eamon si riprende, Teagan rimane con il fratello al Castello di Redcliffe. Più tardi, Eamon ordina a Teagan di rimanere con la guarnigione di Redcliffe intanto che lui e il Custode sarebbero andati a partecipare alla battaglia di Denerim. Tuttavia, durante lo scontro porta i rinforzi e non era così lontano dal corpo principale dell'armata Fereldiana: viene visto duellare e uccidere un hurlock mentre l'Arcidemone perisce al Forte Drakon, e guida un attacco finale alla Prole Oscura mentre l'orda fugge da Denerim.

Se il Custode si sacrifica per uccidere l'Arcidemone, Teagan sarà presente al funerale.

Le Cronache della Prole Oscura


“Un lord umano ci dà la caccia, avanguardia. Mostragli la via della morte.” — L'Arcidemone
Questa sezione contiene spoiler per: il DLC Cronache della Prole Oscura. Clicca per rivelare.

Bann Teagan viene incontrato mentre raduna squadroni di soldati fuori dalla tenuta dell'Arle di Redcliffe a Denerim, nel Distretto del Mercato. E' il boss finale della missione Uccidi Bann Teagan.

Dragon Age II


“Solo cadendo scoprirai se puoi davvero volare.” — Flemeth
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age II. Clicca per rivelare.

Teagan può essere incontrato da Hawke in tre diversi scenari dipendentemente dalle scelte fatte in Dragon Age: Origins:

  • Se Alistair è diventato re del Ferelden, comparirà in suo aiuto durante la missione Re Alistair nell'Atto 3.
  • Se Alistair è stato esiliato ed è diventato un vagabondo alcolizzato, Teagan comparirà all'Impiccato durante l'Atto 2 e parlerà con un riluttante Alistair per farlo tornare nel Ferelden.
  • Comparirà come invitato del Duca Prosper a Chateau Haine - con o senza Isolde, dipendentemente dalle scelte del giocatore - durante gli eventi di Marchio dell'Assassino. Se Hawke ha già incontrato Alistair e Teagan, egli menzionerà il loro precedente incontro.

Dragon Age: L'Impero delle Maschere


“Non si può biasimare chi commette degli sbagli per amore.” — Celene
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: L'Impero delle Maschere. Clicca per rivelare.

In quanto ambasciatore Fereldiano a Orlais, partecipa a un ballo nel palazzo reale di Val Royeaux, dove il Granduca Gaspard lo perseguita con la spada perduta di Moira Theirin, sostenendo che venne rimossa dal corpo ed ora viene usata per uccidere ratti. Il duca intende provocare in un duello all'ultimo sangue che avrebbe insipidito le relazioni tra Orlais e il Ferelden, ma l'Imperatrice Celene e il suo campione Michel de Chevin riportano alla calma la situazione e soddisfano l'onore di Teagan facendolo duellare con Michel con delle piume, il simbolo dei chevalier.[3] Teagan invia a Celene una lettera rivolgendole le sue gratitudini e ritornando velocemente nel Ferelden per evitare ulteriori problemi.

Dragon Age: Inquisition


“Chiunque fossimo prima non conta più. Ora siamo l'Inquisizione.” — L'Inquisitore
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Inquisition. Clicca per rivelare.

Dopo il quinto Flagello, Arle Eamon Guerrin ha scelto di restare a Denerim e ha reso Teagan il nuovo arle di Redcliffe. Nel 9:41, il monarca Fereldiano permise ai maghi ribelli, sotto il comando della Grande Incantatrice Fiona, di prendere rifugio a Redcliffe. Ma non appena i maghi si allearono con i venatori, il Magister Gereon Alexius cacciò dal Castello di Redcliffe Arle Teagan e i suoi soldati, e prese il controllo del Villaggio. Tegan si ritirò a Denerim per cercare aiuto e reclamare Redcliffe.

Se l'Inquisitore recluta i maghi:
Subito dopo che l'Inquisizione sconfigge Alexius e i venatori, il monarca del Ferelden arriva a Redcliffe con un esercito per liberare la città. E anche se i maghi vennero liberati dal controllo dei venatori, vengono forzati a scegliere tra unirsi all'Inquisizione come liberi alleati, o essere coscritti, in quanto non potevano rimanere nel Ferelden.

Eventualmente Arle Teagan fa ritorno e riprende i suoi impegni. Ma anche come arle di Redcliffe, spende più tempo nei Liberi Confini che a Denerim, così come nei Gran Tornei, tanto che i cittadini di Redcliffe si lamentano di vederlo così poco che tanto vale essere governati da un ritratto appeso al muro.[4]

Intruso


“Immagino che tu abbia delle domande.”
Questa sezione contiene spoiler per: il DLC Intruso. Clicca per rivelare.

Teagan Trespasser

Arle Teagan al Palazzo d'Inverno durante il Sacro Concilio

Due anni dopo la sconfitta de l'Antico, sia Orlais che il Ferelden sono cresciuti diffidenti del potere fuori controllo dell'Inquisizione, e richiamano l'Inquisitore per rispondere delle loro azioni. Teagan viene mandato per rappresentare il Ferelden, che in quanto nazione favorisce il completo smantellamento dell'Inquisizione, a causa delle preoccupazioni della sua ampia presenza militare, Skyhold, stazionata proprio sui confini del Ferelden.

Durante il Sacro Concilio, Teagan nomina le precedenti azioni dell'Inquisizione in territorio Fereldiano, ovvero la cattura di Caer Bronach. Li confronta ai Custodi Grigi, che avevano invaso il Ferelden sotto pretesto di "ripristinare l'ordine", portandoli al loro esilio durante l'Era della Tempesta. Si indigna ancora di più quando l'Inquisitore si allontana dal Sacro Concilio per proseguire un'investigazione segreta circa la minaccia dei qunari al Palazzo dell'Inverno senza notificare prima il Concilio.

A seguito della risoluzione della crisi dei qunari, quando l'Inquisitore ritorna al Concilio, Teagan ammette che, mentre tutti riconoscono le azioni dell'Inquisitore, Corypheus non è più una minaccia. Alla fine, spetterà all'Inquisitore decidere se sciogliere l'Inquisizione o riformarla.

Curiosità

  • Se Teagan lo si vede normalmente indossare solo il suo abbigliamento da nobile a Redcliffe, durante la sua scena a Denerim indossa un set di cotta di maglia in ferro pesante.
  • Se il Custode è femmina, ha l'opzione di flirtare con Teagan alla chiesa del villaggio di Redcliffe. Tuttavia questa opzione non porta da nessuna parte, e non ha alcun effetto sui compagni con cui si ha stretto una relazione (anche se sono in gruppo al momento della conversazione).
  • Gli occhi e i capelli di Teagan tra Dragon Age: Origins e Dragon Age II sono di colori diversi. Occhi azzurri e capelli castani in Origins e occhi marroni e capelli rossi in Dragon Age II. Questo può essere causato da un errore degli sviluppatori. In Dragon Age: Inquisition ha nuovamente gli occhi azzurri e i capelli castani.
  • Prima della battaglia finale a Denerim, il suo nome è Lord Teagan e non Bann Teagan.
  • Nonostante gli venga detto di stare indietro a Redcliffe, Teagan verrà visto a Denerim durante lo scontro finale.
  • Se si ricompensa per bene Kaitlyn per la sua spada, aprirà eventualmente una ricca fonderia e sposerà Teagan.

Riferimenti

  1. Dragon Age: Il Trono Usurpato
  2. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, pp. 104-106
  3. McMillan Publishers.
  4. Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 106
Advertisement