Dragon Age Wiki
Advertisement
Dunque, dovremmo credere a tutto quello che dicono gli umani? Siamo davvero tutti pigri, rozzi e ladri, allora? Perché è questo che dicono di noi, no?

Shianni è una donna schietta della comunità elfica di Denerim nonché cugina dell'Elfo di Città.

Background[]

Shianni è nata in una proprietà al di là dell'enclave elfica a Denerim. Quando sua madre morì di febbre con la bambina che aveva sei anni, lo zio di Shianni, Cyrion Tabris, venne a portarla lì a vivere. Piangeva sua madre e sognava che suo padre tornasse a prenderla, immaginandolo come un guerriero dalish che l'avrebbe portata via e le avrebbe insegnato come essere un vero elfo.

Col tempo, tuttavia, cominciò ad amare l'enclave di Denerim e persino Hahren Valendrian, che inizialmente la spaventò. Per aiutarla con il suo adattamento e le sue paure riguardo al trasferimento in città, Cyrion le diede un peluche mabari appartenente all'Elfo di Città quando la portò a Denerim.

Shianni non sembrava desiderare il matrimonio e non fu mai trovato un coniuge adatto. Tuttavia, arrivò ad amare l'enclave e la sua gente, che divenne la sua nuova famiglia e i suoi amici. L'ingiustizia e lo squallore della vita degli elfi di città alimentarono anche la sua passione di migliorare la loro sorte, oltre a suscitare la sua fiducia, e si rifiutò di permettere che se stessa o i suoi cari si approfittassero degli umani o anche di altri elfi. Le tragedie personali servirono solo a rafforzare la sua determinazione e non spezzarono mai il suo spirito.[2]

Coinvolgimento[]


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Nell'Origine dell'Elfo di Città, Shianni è l'elfo che all'inizio sveglia l'Elfo di Città, ricordando che è il giorno del suo matrimonio. Shianni viene poi vista finire nei guai con il figlio dell'arle di Denerim, Vaughan, cosa che si intensifica quando mette fuori combattimento Vaughan con una bottiglia di vino. Quando Vaughan e i suoi amici in seguito interrompono il matrimonio dell'Elfo di Città e rapiscono tutte le donne presenti, Shianni è tra i rapiti. Successivamente viene ritrovata in una stanza con Vaughan e i suoi amici, evidentemente traumatizzata.[nota 1] A questo punto, l'Elfo di Città può scegliere di stringere un patto con Vaughan (prendere una mazzetta di 40Oro e lasciare che il giocatore e Soris se ne vadano senza ostacoli in cambio di una notte con le donne elfe di città), o uccidere lui e i suoi amici (che salverà le donne elfe di città ma potrebbe causare problemi all'intera enclave).

Uno spettro sotto forma di Shianni appare al Custode Elfo di Città durante la Prova come parte della missione Una prova di fede.

Diversi mesi dopo, Shianni viene incontrata durante la missione Tensione nell'enclave quando il Custode entra nell'enclave di Denerim per indagare su una misteriosa pestilenza che si è recentemente diffusa lì.

Se il Custode è umano, sarà particolarmente irritante nei suoi confronti, e ad un Custode Nano dirà che non appartiene all'enclave poiché la loro specie raramente lascia il Distretto del Mercato di Denerim. Tuttavia, diventerà in qualche modo più amichevole e disponibile nei confronti del Custode se ha liberato Soris dalla tenuta dell'arle di Denerim in precedenza. È una delle poche persone all'interno dell'enclave a credere che la cosiddetta "quarantena" sia coinvolta in un gioco sporco.

Se il Custode è un Elfo di Città, Shianni menzionerà il matrimonio, il che genererà un commento di sorpresa se l'interesse amoroso del Custode è presente nel gruppo. Se il Custode Elfo di Città non ha accettato la mazzetta di Vaughan, Shianni è felice che abbia superato la Battaglia di Ostagar e abbia fatto ritorno a casa. Se l'Elfo di Città ha accettato la mazzetta, Shianni è arrabbiata con il Custode Elfo di Città per aver avuto "un bel coraggio" a tornare nell'enclave e lo tratta come un fastidio destinato a inasprire la loro situazione. Alcuni dei compagni del Custode si chiederanno quindi perché Shianni sia così ostile al Custode.

All'inizio della missione Difendi l'enclave durante La battaglia finale, Shianni verrà incontrata insieme a diversi elfi. Avvertirà il Custode che sta arrivando un folto gruppo di prole oscura e che i cancelli non reggeranno, chiedendo l'aiuto del Custode. Il Custode può tentare di persuadere Shianni ad aiutarlo a combattere i prole oscura o semplicemente chiederle di fuggire o di tenersi alla larga.

Regalerà l'anello dell'alba come ringraziamento al Custode per aver difeso l'enclave.

───────

Nell'epilogo, un Custode Elfo di Città può nominare Shianni come la prima bann dell'enclave di Denerim alla fine del gioco.

Indipendentemente dal fatto che sia stata proposta come bann o meno, Shianni diventa hahren dell'enclave dopo la battaglia di Denerim.[1]

Missioni[]

missionedaomissionedao Origine dell'Elfo di Città
missionedaomissionedao Tensione nell'enclave
missionedaomissionedao La battaglia finale

Citazioni[]

  • "Toccami e ti sbudellerò, maiale!"
  • (Ad altri elfi durante Tensione nell'enclave) "Quello che è successo al matrimonio non vi ha insegnato niente? Non verrà nessuno ad aiutarci! Dobbiamo aiutarci da soli!"
  • "Per le chiappe di Andraste, e sì che dovrei aver imparato la cortesia sociale!"

Note[]

  1. Lo stupro di Shianni viene confermato quando Re Cailan chiede informazioni sull'enclave di Denerim e il Custode Elfo di Città può rispondere "Ho ucciso il figlio di un arle perché aveva violentato una mia amica".

Riferimenti[]

  1. 1,0 1,1 Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, p. 117
  2. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, pp. 116-117
Advertisement