Dragon Age Wiki
Advertisement
Che il Creatore sputi su di voi... io meritavo... di più...

Arle Rendon Howe è un vecchio amico di Teyrn Bryce Cousland e dell'arle di Amaranthine. È anche il padre di Nathaniel Howe, un compagno in Dragon Age: Origins - Awakening.

Background[]

Durante l'occupazione orlesiana del Ferelden, il padre di Rendon, Tarleton Howe,[nota 1] si schierò con gli occupanti e fu successivamente impiccato dai Cousland dopo aver catturato Guado dell'Arpista.[5] Suo zio Byron divenne il nuovo arle di Amaranthine e si unì alla causa ribelle in data 8:97 Era Benedetta. Come suo zio, Rendon Howe si unì alla ribellione guidata dal futuro re, Maric Theirin.[6] Combatté al fianco del giovane Bryce Cousland di Altura Perenne e Leonas Bryland, futuro arle di Distesa Meridionale, nella sanguinosa Battaglia del Fiume Bianco. La battaglia rappresentò la sconfitta più catastrofica dell'intera occupazione, dalla quale riuscirono a fuggire vivi solo cinquanta soldati ribelli. Rendon combatté con l'esercito del nord guidato da Bann Angus Eremon, incaricato di difendere la valle dalle cariche della cavalleria orlesiana. È stato gravemente ferito la seconda notte e ha dovuto essere trascinato fuori dal campo da Bryce e Leonas. Quando Bann Angus annunciò finalmente la ritirata, gli amici di Rendon lo portarono in una proprietà a Redcliffe. Mentre il resto dei sopravvissuti partì per trovare l'esercito del sud, Bryce e Leonas rimasero con Rendon quasi un mese mentre si riprendeva. Sebbene tutti e tre fossero stati decorati personalmente al valore da Re Maric,[nota 2] Rendon era troppo ferito per rientrare nell'esercito e, mentre i suoi amici si univano all'esercito del sud, trascorse mesi a Distesa Meridionale assistito da Eliane Bryland, sorella di Leonas e un'abile medico ed erborista.

Byron Howe morì solo pochi mesi dopo, rendendo Rendon il nuovo arle. Eliane Bryland insistette per accompagnarlo ad Amaranthine; le fece la proposta un anno dopo, dicendole che se non se ne fosse già andata avrebbero potuto anche sposarsi. Leonas si era preoccupato per i cambiamenti nel comportamento del suo amico dopo la battaglia e aveva tentato di impedire il matrimonio. Quando Rendon gli disse che aveva bisogno di lei per la dote e i legami, interruppe ogni contatto. Poiché alcuni credevano che l'arlea sarebbe dovuto passare alla figlia di Byron, e poiché Eliane era per metà orlesiana, solo Bryce Cousland e la sua fidanzata vennero ad assistere ai loro voti.[7] Avevano tre figli: Nathaniel, Thomas e Delilah. Secondo il figlio Nathaniel, Rendon odiava sua moglie; quando gli viene chiesto il motivo, risponde che non lo sa, ma ricorda che la sua famiglia era ricca.[8]

Dopo la Battaglia del Fiume Bianco, i modi acidi di Howe gli hanno fatto guadagnare un'avversione quasi universale tra i suoi coetanei.

Coinvolgimento[]

Dragon Age: Origins[]

L'Origine dell'Umano Nobile inizia con l'arrivo di Arle Howe a Castello Cousland presso Altura Perenne. Howe spiega a Teyrn Cousland che le sue truppe sono state ritardate e che marcerà con loro quando arriveranno. Teyrn Cousland incarica quindi il suo figlio maggiore, Fergus Cousland, di guidare le forze di Cousland verso Ostagar, dove sono state chiamate da Re Cailan Theirin per combattere contro la Prole Oscura.


“Ora abbiamo un cane e Alistair è ancora il più stupido del gruppo.” — Morrigan
Questa sezione contiene spoiler per: Dragon Age: Origins. Clicca per rivelare.

Fergus lascia immediatamente Castello Cousland, portando con sé la maggior parte delle truppe di Altura Perenne e lasciando dietro di sé solo un piccolo corpo di guardie. Dopo che si sono allontanati, il tradimento di Howe viene rivelato: i suoi soldati attaccano il castello nel cuore della notte, uccidendo quasi tutti gli abitanti, compresi la moglie e il figlio di Fergus, nonché i teyrn.

Il Nobile Umano è in grado di scappare solo con l'aiuto di Duncan, che lo presta solo in cambio del suo reclutamento nei Custodi Grigi.

Con il castello al sicuro, Arle Howe si dichiara il nuovo teyrn e rivela che il suo nuovo alleato politico e signore non è altro che il teyrn di Gwaren, Loghain Mac Tir. A meno che un Custode Elfo di Città non uccida l'erede del precedente arle di Denerim, Howe usa la sua posizione per ottenere più potere rapendo Vaughan e rivendicando l'arlea per sé. Nel frattempo il reggente Loghain dipende sempre più dall'abilità politica di Howe. Quando Lothering viene distrutta dalla Prole Oscura, Howe è diventata la persona più potente del Ferelden, dopo il reggente.

In seguito all'ascolto dei rapporti sui Custodi Grigi sopravvissuti, Howe assume un agente dei Corvi di Antiva per assassinarli. Alla fine, Howe assiste alla Regina Anora che mette in dubbio le azioni di suo padre e il coinvolgimento nella morte di Cailan. Mentre Howe tenta di dirigere l'attenzione di Loghain sulla crescente minaccia della Prole Oscura, e sia Howe che Anora gli chiedono di prendere in considerazione la richiesta di rinforzi, Loghain rifiuta di lasciarsi influenzare, citando Orlais come una grave minaccia.

Howe è responsabile di molti dei terribili eventi che accadono durante il Flagello. Si dimostra un sovrano crudele e dal pugno di ferro mentre ottiene possedimenti e titoli terrieri; sia a Denerim che ad Altura Perenne le persone menzionano la sofferenza dovuta alle sue pesanti tasse e al duro trattamento da parte delle sue guardie, e la prigione nella sua tenuta è piena di prigionieri torturati (alcuni dei quali sono prigionieri politici);[9] la sua brutalità gli è valsa il soprannome di "Il macellaio di Denerim", la sua cattiva reputazione divenne nota fino ai Liberi Confini.[10] Rendon Howe ha persino evitato di pagare i suoi operai per i loro servizi, facendo sì che una folla di suoi lavoratori si radunasse fuori dalla sua tenuta di Denerim per chiedere la loro remunerazione.[11]

Oltre a brutalizzare gli elfi dell'enclave di Denerim e imprigionare qualsiasi punto oscuro che potrebbe minacciare il governo di Loghain, imprigiona Anora nella sua tenuta di Denerim dopo che lei è andata a trovarlo per informarsi sulle voci negative su suo padre. Cerca anche di convincere Loghain ad uccidere sua figlia e ad attribuire il crimine ad Arle Eamon, nella speranza di macchiare la popolarità di Eamon all'Incontro dei Popoli ed è anche implicito che stia appropriandosi indebitamente di fondi dal tesoro di Denerim alle spalle di Loghain.[nota 3]

Tuttavia, il suo piano va storto quando il Custode viene arruolato per salvare Anora dalla sua prigionia. Mentre lo fa, il Custode rintraccia il mago di Howe la cui magia tiene la Regina Anora confinata nella sua stanza. Il Custode insegue il mago nelle segrete della tenuta di Howe, ma Rendon Howe anticipa uno scontro con il Custode e tende un'imboscata con le sue guardie e maghi. Se il Custode Umano Nobile chiede ad Arle Howe perché ha tradito i Cousland, Rendon rivela di aver giudicato Bryce Cousland un traditore; si sentiva offeso e tradito dal fatto che Bryce avrebbe continuato a fare viaggi a Orlais e a ricevere regali da "vecchi nemici". In aggiunta a ciò, Rendon divenne geloso del fatto che i Cousland diventassero più potenti e influenti mentre lui affondava nell'ombra.[12] Il Custode e le forze di Howe combattono, ma il Custode alla fine uccide Howe e le sue truppe. Rendon Howe muore maledicendo il Custode, lamentandosi del fatto che meritava di più.

Dopo la sua morte, viene detto che la Chiesa effettivamente si offre di pagare alcune persone per partecipare al funerale di Howe, ma che perfino i suoi parenti si erano rifiutati di partecipare all'evento.[13]

Cronache della Prole Oscura[]


“Un lord umano ci dà la caccia, avanguardia. Mostragli la via della morte.” — L'Arcidemone
Questa sezione contiene spoiler per: il DLC Cronache della Prole Oscura. Clicca per rivelare.

Rendon Howe sopravvive all'Incontro dei Popoli e unisce le forze con Alistair nella battaglia contro la Prole Oscura. Guida una forza d'attacco alle porte della città di Denerim e deve essere combattuto durante la missione Elimina l'arle insieme a Ser Cauthrien, che guida le sue guardie del corpo ai cancelli della città di Denerim.

Missioni[]

missionedaomissionedao Origine dell'Umano Nobile
missionedaomissionedao Salva la regina
missionedaomissionedao Elimina l'arle

Citazioni[]

  • (Riguardo a Cailan) "Ciò che penso di lui è molto più di quanto egli pensi in totale."
  • (Parlando ad un'Umana Nobile) "Ma guarda, la piccola sputafuoco di Bryce Cousland. Anche se è cresciuta gioca ancora a fare l'uomo."

Voci del Codice[]

Voce del Codice: Arle Rendon Howe Voce del Codice: Arle Rendon Howe

Voce del Codice: Lettera per Rendon Howe Voce del Codice: Lettera per Rendon Howe

Voce del Codice: Risposta da parte di Rendon Howe Voce del Codice: Risposta da parte di Rendon Howe

Note[]

  1. 1,0 1,1 1,2 Ci sono due diversi padri secondo la tradizione di Rendon Howe: Padric Howe, che lasciò la famiglia dopo la fine della guerra per diventare un Custode Grigio,[1][2] e Arle Tarleton Howe, fratello maggiore di Byron che fu impiccato dai Cousland durante l'occupazione orlesiana del Ferelden.[3] Questo è probabilmente un caso simile a quello in cui Rendorn Guerrin e Connor sono stati entrambi nominati padri di Eamon Guerrin, cosa che è stata successivamente riconciliata da Patrick Weekes poiché Eamon ha due padri.[4] Tuttavia, non è stato ancora fornito un chiarimento equivalente per la questione di Padric e Tarleton Howe.
  2. Si potrebbe ipotizzare che la medaglia dell'esploratore, acquistata da Yuriah alla Fortezza della Veglia, sia la medaglia che Howe vinse nella Battaglia del Fiume Bianco.
  3. Secondo la missione Ondata di crimine, Arle Howe è amante di una nobile conosciuta come Lady Sophie e sta appropriandosi indebitamente del tesoro di Denerim.

Curiosità[]

  • Howe suggerisce un abbinamento tra l'Umano Nobile Maschio e sua figlia Delilah; in Awakening, Dalilah lo menziona di sfuggita. Il Custode Umano Nobile Maschio ha l'opportunità di risponderle.
  • Giocando nei panni di una Nobile Umana, Howe suggerirà un abbinamento tra lei e Thomas, suo figlio. Tuttavia, Thomas non sopravvive al Flagello.

Riferimenti[]

  1. Nominato in Dragon Age: Origins - Awakening, durante una conversazione tra il Custode e Nathaniel all'interno della Fortezza della Veglia - sala del trono.
  2. Menzionato nuovamente, ma non per nome, nel fumetto web di Penny Arcade dedicato a Dragon Age: Origins - Awakening.
  3. Voce del Codice: Gli Howe di Amaranthine
  4. Patrick Weekes. https://twitter.com/patrickweekes/status
  5. Voce del Codice: Gli Howe di Amaranthine
  6. Dragon Age: Il Trono Usurpato
  7. Dragon Age logo (wot) Dragon Age: The World of Thedas, vol. 2, pp. 112-114
  8. Citato dal "Ritratto di un Howe" in Dragon Age: Origins - Awakening.
  9. Come evidenziato dalla prigionia e dalla tortura di Riordan, Oswyn, Irminric Eremon, Vaughan Kendells e Soris
  10. Il titolo viene menzionato da Hawke in Dragon Age II se Anders non è nel gruppo durante la conversazione con Delilah Howe.
  11. Secondo il dialogo di Erlina durante Salva la regina.
  12. Secondo il dialogo di Rendon Howe durante Salva la regina.
  13. Menzionato da un soldato chiacchierone a Forte Drakon.
Advertisement