Dragon Age Wiki
Advertisement

"Denerim: la capitale e la più grande città del Ferelden. Molto tempo fa gli elfi erano gli schiavi degli umani. Ora, nonostante siano liberi da molte generazioni, la parità resta ancora una condizione lontana. Essi vivono in una comunità circondata da mura chiamata enclave, dove, quando possono, lavorano come servitori e manovali. Nonostante queste avversità, gli elfi di Denerim sono gente forte e orgogliosa della propria affiatata comunità. Questo è l'unico mondo che hai mai conosciuto... fino a oggi."

L'origine dell'Elfo di Città è una delle sei origini disponibili in Dragon Age: Origins. In quanto Elfo di Città, questo personaggio è uno dei più poveri tra i cittadini del Ferelden.

Introduzione[]

"Hanno piantato un albero nel mezzo dell'enclave molto tempo fa. Oggi si erge sano e verde, in netto contrasto con la città attorno. Perché noi siamo i più poveri dei poveri, gli indesiderati e sgraditi accovacciati dall'altra parte del muro che ci separa dal lato umano della città. Ci è consentito superare il muro per lavorare nelle banchine o nelle taverne degli umani così come nelle loro case, ma quando arriva il crepuscolo dobbiamo fare ritorno. Qualsiasi elfo che viene beccato all'esterno dell'enclave di notte viene tendenzialmente scambiato per un ladro furtivo o un borseggiatore... e siamo onesti, coloro che stanno fuori la notte, probabilmente lo sono davvero.

Il nostro anziano ci dice che l'albero viene chiamato vhenadahl, che in lingua elfica antica significa "l'albero del popolo". Le sue radici sono profonde e l'anziano dice che finché il vhenadahl vive, viviamo anche noi. Ma sostiene anche che ci fu un tempo in cui il nostro popolo visse nelle proprie terre. Dice che un tempo eravamo immortali e forti, e che furono gli umani a portarci via tutto.

E' vero? Siamo caduti così in basso? Non siamo infelici. Pur essendo poveri, abbiamo una casa. L'enclave non è una prigione - ci protegge, così come il vhenadahl ci ripara. Danziamo e cantiamo e facciamo festa, custodendo i momenti in cui possiamo goderci quel poco che abbiamo... Ed io credo che lo appreziamo molto più degli umani. Loro possiedono tutto ma non apprezzano niente.

E forse arriverà il giorno in cui gli umani verranno e cercheranno di portarci via anche l'enclave. Se quel giorno arriverà, giuro che se ne pentiranno.[1]"

Trama[]

Area-The Elven Alienage

L'Enclave di Denerim

Missione Un giorno di celebrazioni

E' il giorno di matrimonio sia per l'Elfo di Città scelto dal giocatore che per suo cugino, Soris. Esplorando l'enclave, un lord locale di nome Vaughan e alcuni suoi conoscenti arrivano molestando le donne del luogo. Un'altra cugina dell'Elfo di Città, Shianni, lo colpisce facendolo cadere privo di sensi al punto che i suoi amici lo portano via. Poco dopo arriva Duncan, rivelando che sta cercando nuovi Custodi Grigi, e anche che conosceva la madre dell'Elfo di Città, avendo tentato di reclutarla anni or sono. L'Elfo di Città eventualmente si unisce alla cerimonia di matrimonio, ma prima che possa essere completata, Vaughan ritorna con delle guardie armate, portando via tutte le donne, inclusa l'Elfa di Città se è una femmina. Se l'Elfo di Città è maschio, partirà per una missione di salvataggio con Soris, mentre se è femmina, si sveglierà in una stanza con altre tre elfe tra cui la fidanzata di Soris e Shianni.

Ci sono svariate differenze nella storia tra il personaggio maschile e femminile; per esempio, un Elfo di Città maschio dovrà combattere facendosi strada verso l'interno del castello con Soris, mentre un'Elfa di Città combatterà per trovare una via d'uscita. Eventualmente Soris e l'Elfo di Città troveranno la strada per raggiungere la stanza di Vaughan e i suoi amici, con Shianni a terra. Vaughan cerca di guadagnarsi una via d'uscita dalla situazione promettendo 40 sovrane se l'Elfo di Città abbandona il castello senza le donne. L'Elfo di città può accettare l'offerta, tuttavia la sua quota di denaro verrà confiscata dalle guardie della città, a meno che non decida che i soldi vengano nascosti all'esterno della tenuta; il nascondiglio può essere recuperato molto più tardi durante la storia. Se l'Elfo di Città rifiuta l'offerta, Vaughan e i suoi amici combatteranno.

Risultato[]

Trofeo obiettivo "Coscritto"

Dopo essere tornato a casa, le guardie arrivano con l'obiettivo di trovare la persona responsabile dell'attacco alla tenuta. L'Elfo di Città può rimanere in silenzio o prendersi tutta la responsabilità, oppure dire alle guardie che sia lui che Soris hanno colpa. Se l'Elfo di Città sceglie di rimanere in silenzio tutto il tempo, Elva si avvicinerà alle guardie e accuserà sia l'Elfo che Soris. Ma prima che l'Elfo di Città venga arrestato, Duncan si mette in mezzo e coscrive l'Elfo di Città nei Custodi Grigi, lasciando subito dopo l'enclave per Ostagar. Se non è stato sbloccato in partite precedenti, arrivando a Ostagar si verrà premiati con l'obiettivo Coscritto.

Personaggi[]

ShianniNola

In primo piano Nola (a sinistra), Shianni (al centro) e la damigella d'onore #1 (a destra). Sullo sfondo Vaughan, Jonaley, e Braden.

Elfi[]

  • Adwen
  • Alarith
  • Cyrion (Padre dell'Elfo di Città)
  • Dilwyn
  • Elva
  • Damigella d'onore #1 (Nome sconosciuto)
  • Gethon
  • Nelaros (Fidanzato per l'Elfa di Città femmina)
  • Nesiara (Fidanzata per l'Elfo di Città maschio)
  • Nessa
  • Nola (aka Damigella d'onore #2)
  • Shianni
  • Soris (compagno temporaneo)
  • Taeodor
  • Valora (Fidanzata di Soris)
  • Valendrian

Umani[]

  • Vaughan Kendells
  • Braden
  • Jonaley
  • Duncan
  • Madre Boann

Statistiche Iniziali[]

Cg ico origin elf city

In aggiunta a quelle selezionate dal giocatore nella creazione del personaggio, un Custode Elfo di Città inizia automaticamente con le seguenti:

Abilità[]

Coercizione, e Addestramento (Guerriero) o Creare Veleni (Ladro)

Talenti[]

Guerriero Falciata a doppie armi
Ladro Combattimento scorretto

Equipaggiamento[]

Vestito Vestito

Oggetti[]

Oggetti di trama:

  • Brandy
  • Veleno per topi
  • Detergente
     

Enclave elfica:

  • Stivali di Adaia
  • Spada lunga presa in prestito (Elfo di Città maschio, ricevuta da Duncan)
  • Abito nuziale
     

Tenuta dell'arle di Denerim:

  • Scudo macchiato di sangue
  • Spada lunga presa in prestito (Elfa di Città femmina, ricevuta da Soris)
  • Set Armatura Cotta di Maglia
  • Scudo delle guardie di Denerim
  • Cintura dello schermitore
  • Collana cimelio
  • Set Armatura di Cuoio
  • Fede nuziale (solo per l'Elfa di Città femmina)
     

Voci del Codice[]

Note[]

  • Giocando un Custode Elfo di Città cambierà lievemente la missione Tensione all'enclave, in quanto Cyrion sarà tenuto prigioniero da Caladrius in quel momento al posto di Valendrian, che era già stato portato alla nave. Cyrion darà all'Elfo di Città l'arma Zanna dopo essere stato salvato (se non è stata accettata l'offerta di Vaughan), al posto del pugnale Dono del Grigio con cui Valendrian premia gli altri custodi. Inoltre, le reazioni di tutti i personaggi dell'Enclave nei confronti del Custode saranno molto diverse se il Custode ha accettato l'offerta di Vaughan durante l'intro dell'origine.
  • Attraverson la conversazione con Duncan, viene rivelato che Duncan sospetta che Valendrian abbia deliberatamente programmato il matrimonio per prevenire il reclutamento del Custode Elfo di Città. Subito dopo l'avvio della missione, un'ulteriore conversazione con Valendrian conferma il sospetto.
  • La versione maschile di questa origine è fino ad ora la più premiata con punti esperienza, se uno decidesse di essere un collezionista.

Curiosità[]

  • Le origini dell'Elfo di Città e del Nano Popolano sono le unici dove il Custode ha un parente sopravvissuto agli eventi dell'intero gioco.
    • E' altrettanto interessante notare che queste due origini si svolgono in un quartiere povero di una grande città, così come i personaggi sono non-cittadini perseguitati.
  • La madre dell'Elfo di Città, Adaia, viene mostrata nel DLC Il canto di Leliana come prigioniera nelle segrete della Tenuta Nobiliare, che viene liberata da Leliana.
  • L'origine dell'Elfo di Città è l'unica origine dove la storia cambia in base al sesso del Custode.
  • L'origine dell'Elfo di Città è stata scritta dallo scrittore Bioware Daniel Erickson, che ha scritto anche l'origine del Nano Nobile.[2][3]
  • Se un Custode Elfo di Città non parla con Loghain Mac Tir a Ostagar, incontrandolo per la prima volta a Denerim con Alistair e Eamon Guerrin, si riferirà a lui come un "derelitto elfico".[4]

Riferimenti[]

  1. Sito Ufficiale di Dragon Age: Origins' – Origine dell'Elfo di Città La traduzione è stata recuperata prima che il sito andasse offline
  2. David Gaider "Writers of Dragon Age"
  3. http://azerothtozork.blogspot.com/2011/08/daniel-erickson-interview.html
  4. Loghain: ”E io che pensavo che faceste da balia soltanto ai bastardi reali, non ai derelitti elfici.”
Advertisement